Vai ai contenuti
aggiunto ai preferiti
rimosso dai preferiti
Oops! C’è stato un problema, prova di nuovo
Il tuo account è in corso di creazione
Il tuo account è stato creato con successo e ora hai effettuato l'accesso.
Sei stato disconnesso
Filtra
Filtri selezionati
    Livello di difficoltà
    Durata
    Distanza in Km

    Esperienze da fare in Alto Adige

    Scopri tutte le esperienze in Alto Adige

    Risultati
    Tenuta Klosterhof
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Dal 1999 la tenuta Klosterhof lavora le uve dei vigneti di proprietà producendo vini strutturati e armoniosi. Nel loro lavoro Oskar Andergassen, viticoltore e maestro cantiniere, e il figlio Hannes abbinano con successo le tecniche di produzione all'avanguardia ai metodi tradizionali. La tenuta dispone di camere e suite finemente arredate, appartamenti e piscina. Vendita al dettaglio. Visite della cantina su prenotazione.
    Cantine
    Nusserhof
    Bolzano, Bolzano e dintorni
    Un'azienda nel bel mezzo della città? Proprio così: parliamo dell'azienda Nusserhof di Bolzano, la cui superficie vitata si trova su suolo bolzanino e a Lutago di Sotto. Heinrich Mayr e sua figlia Gloria lavorano nel rispetto di severe regole, il che in breve significa: solo con vitigni autoctoni e con certificazione biologica sin dal 1994.

    Già l'abbinamento papà-figlia indica che si tratta di una vera azienda di famiglia, nella quale Heinrich e Gloria sono agronomi, enologi, venditori e dirigenti all'unisono. Può succedere perchè la superficie dell'azienda è di appena 4 ettari. Di "vigna armonica" parla il papà, Heinrich Mayr, di "terreni caldi e arieggiati", sulle rive dell'Isarco, dove crescono solo vitigni autoctoni: Blatterle, Lagrein, Schiava e Teroldego. "Vogliamo fare in modo che possano esprimere tutto il loro potenziale e vogliamo migliorare la qualità dei nostri vini con adeguati metodi di coltivazione e di vinificazione" - dice Mayr, se gli si chiede quali siano gli obiettivi della sua azienda.

    Lo standard odierno è già piuttosto alto: i Mayr mirano alla migliore qualità dell'uva, a basse rese ad ettaro e a un lungo affinamento dei vini in botte e in bottiglia. Il risultato? Vini con grande struttura, minerali, eleganti, persistenti, ma non pesanti e con un modesto tasso alcolico - "vini molto personali", come dice Heinrich Mayr.

    A proposito: qui è nato Josef Mayr-Nusser, martire cristiano proclamato beato.
    Ristoranti e trattorie
    Wein & Sektlaube Kössler
    Appiano sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Nella nostra enoteca KÖSSLER in piazza a San Paolo avete la possibilitá di degustare e comperare tutti i prodotti della ns. vasta produzione di vini e spumanti. Speck, formaggio e pane altoatesino - una tipica merenda dell'Oltradige, accompagnano quando possibile la permanenza in Enoteca.
    Cantine
    Tenuta Ebner
    Barbiano, Bressanone e dintorni
    Negli anni '30, la tenuta Ebnerhof fu acquistata come controvalore per la libertà. Oggi è il regno di Brigitte e Florian Unterthiner, che vinificano in proprio la loro uva sin dal 2013.

    Anche questa è una forma di libertà. Josef, il padre di Florian, è stato il primo a coltivare la tenuta Ebnerhof di Campodazzo. La sua famiglia aveva riportato in vita il maso e la terra per fare in modo che potesse terminare prima il suo servizio militare a Roma. In qualità di agricoltore in attività, Josef venne congedato dall'esercito e potè fare ritorno in Alto Adige, a Campodazzo, dove a maso Ebnerhof potè ricominciare la propria vita.

    Da allora sono successe trante cose, al maso (e non solo). Le due generazioni seguenti si sono date da fare e si sono date anima e corpo alla viticoltura, che si pratica su 4,5 ettari su un plateau sopra Campodazzo nella parte più meridionale della Valle Isarco. "Sulle colline soleggiate esposte a sud crescono i nostri vitigni rossi, su quelle ariose esposte a sud-est i bianchi" - racconta Florian Unterthiner. La famiglia cura con grande attenzione le proprie vigne, l'unico concime che utilizza è il letame, rinuncia completamente agli erbicidi e irriga le viti solo se il clima è siccitoso. "In questo modo, le piante vanno a cercare in profondità, nel terreno, le sostanze nutritive e per fare ciò le loro radici devono espandersi" - così Unterthiner.

    Altrettanta attenzione si presta in cantina. "Nella vinificazione, per noi è importante avvicinarci ai limti senza mai superarli" - dice il vignaiolo della tenuta Ebnerhof di Capodazzo. "Ci fidiamo della nostra esperienza e delle nostre sensazioni e solo così otteniamo vini profondi, corposi e con una buona struttura".      
    Cantine
    Tenuta Strasserhof - Hannes Baumgartner
    Naz-Sciaves, Bressanone e dintorni
    Le viti della tenuta Strasserhof di Varna hanno un'età che raggiunge i 45 anni. Dalle loro uve Hannes Baumgartner, vignaiolo della tenuta Strasserhof e Presidente dell'Associazione dei Vignaioli dell'Alto Adige, ottiene vini freschi e giovani. Vini bianchi, naturalmente, in fondo siamo in Valle Isarco.

    L'assortimento rigorosamente bianco della tenuta Strasserhof è davvero ampio. Dal Müller Thurgau e dal Grüner Veltliner al Sylvaner, al Riesling e al Gewürztraminer fino allo Zweigelt. E ovviamente al Kerner, che ha suscitato tutto l'interesse di Hannes Baumgartner.

    È dal 2003 che produce vino alla tenuta Strasserhof, un'azienda la cui storia comincia moltissimo temp fa. "Il maso è stato costruito poco dopo il 1000 d.C." - racconta il vignaiolo. Oggi della tenuta fanno parte 5 ettari coltivati a vite, che si distribuiscono sui pendii soleggiati esposti a sud-ovest ad altitudini comprese tra i 650 e i 700 m s.l.m. "I terreni ciottolosi leggermente sabbiosi conferiscono ai nostri vini la freschezza elegante e fruttata che li caratterizza" - di questo è convinto Baumgartner.

    La produzione è di quasi 45.000 bottiglie all'anno, che vengono vendute nel mercato organizzato dal Presidente dell'Associazione dei Vignaioli dell'Alto Adige: non solo Italia, Austria e Germania, ma anche Paesi Bassi, Giappone e USA.
    Cantine
    Wassererhof
    Barbiano, Bressanone e dintorni
    "Wasserer" non è il comparativo di maggioranza di Wasser (acqua), ma il nome di un'azienda di Novale di Fié che guarda alla parte più meridionale della Valle Isarco. L'azienda Wassererhof è gestita da due gemelli, Christoph e Andreas Mock. Il primo si occupa della parte agricola (e quindi delle viti), il secondo della cucina e dell'osteria.

    Nel passato, il nome dell'azienda era "Hof zu Wasser (maso vicino all'acqua)" e derivava dalla prossimità del maso ad una sorgente che prometteva fertilità. Costruito nel 1366 dai signori von Lichtenstein, lo storico maso venne via via abbandonato, finché nel 1996 venne acquistato da Franz Mock (il padre dei gemelli) in uno stato estremamente trascurato.

    Poiché Franz gestiva già un vigneto a Leitach (presso Bolzano) e Christoph aveva conseguito il diploma all'istituto agrario, fu facile decidere di trasformare il maso Wassererhof di Novale di Fié allo Sciliar in un'azienda vitivinicola. Da allora, Christoph la gestisce con determinazione, competenza tecnica, energia e seguendo una sua propria filosofia. "Il nostro obiettivo consiste nel produrre vini buoni e ambiziosi" - dice Christoph Mock - "e per raggiungerlo sfruttiamo tutto il sapere raccolto da tre generazioni e la passione per la vigna e per la cantina".

    Dal sapere e dalla passione ha origine un assortimento che comprende la Schiava, il Sauvignon, il Cabernet e il Pinot bianco - tutti vini buoni e ambiziosi, appunto.   
    Ristoranti e trattorie
    Ebnerhof
    Appiano sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    I punti piu´forti della nostra casa sono la splendida posizione e l´atmosfera accogliente e familiare ... Accoglienti camere doppie o un appartamenti per 2 persone e un´ampia gamma di scelta per trascorrere il Vostro tempo libero: pisciana all´aperto, scacchiera gigante in giardino, campo bocce, tennis da tavolo, campo giochi per bamini, noleggio biciclette e nuova sala giochi per bambini, noleggio biciclette e nuova sala giochi per bamini; escursioni organizzate, gite guidate delle cantine e dei vigneti e molte altre attrazioni. Oppure godete semplicemente la tranquillitá ... Vi attendono momenti indimenticabili nella nostra nuova sala soggioro dotata di un bellissimo giardino invernale con vista panoramica e fantastica terrazza soleggiata. Vi offriamo una ricca e varia colazione a buffet, un abbondante meranda con vini di propria produzione, grigliate serali e il törggelen (castagne, vino novello e piatti locali), diversi piatti caldi e freddi. Saremo lieti di darVi il benvenuto nella nostra casa. Fam. Ebner
    Cantine
    Tenuta Kornell
    Terlano, Strada del Vino
    Una tenuta nobile, la produzione di vino che si ripete da più di 700 anni e un insediamento risalente a 2000 anni fa: tutto questo è la tenuta Kornellhof di Settequerce, che Florian Brigl gestisce dal 1996. Da quasi 20 anni vinifica in proprio e si è riproposto di creare un super Merlot altoatesino.

    Presso la tenuta Kornellhof della famiglia Brigl, l'uva si ottiene dalle viti che prosperano su 11 ettari di superficie, dislocati ad altitudini comprese tra 270 e 550 m s.l.m. a Settequerce, Appiano Monte e Gries. "I nostri grappoli possono godere degli effetti di oltre 2.100 ore di sole e di notevoli sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte, che imprimono loro caratteristiche uniche" - racconta Florian Brigl.

    L'uva così "coccolata" è la materia prima per i vini della tenuta Kornellhof. Dopo la fermentazione in contenitori di acciaio, i vini vengono affinati in barrique e in grandi botti di rovere per 14 - 18 mesi. Prima di raggiungere il mercato invecchiano per quasi altri 10 mesi in bottiglia. Oltre al Pinot bianco, al Sauvignon Blanc, al Pinot grigio e al Gewürztraminer, al Lagrein e al Cabernet Sauvigno, Brigl punta al Merlot, per il quale si è posto un obiettivo ambizioso: ottenere un super Merlot, un Pomerol altoatesino, che possa diventare il fiore all'occhiello della tenuta Kornellhof, dove i grappoli pendono "alti" - in senso figurato.

    Florian Brigl ritiene un privilegio il fatto di poter lavorare con questo vitigno. E un compito:" Per me, Kornellhof significa patria, qui posso rifugiarmi" - dice e aggiunge "L'azienda deve rimanere anche per i nostri figli e per le future generazioni patria e fonte di energia".
    Cantine
    Oberrauch Luis
    Strada del Vino
    Luis Oberrauch non è nato con la passione per il vino, ma ha imparato ad amarlo durante il periodo dell'infanzia. Solo dal 2017 gestice l'azienda vitivinicola Luis Oberrauch di Ora, applicando tutto il suo sapere e la sua esperienza.

    Già da bambino, Luis Oberrauch aiutava il suo padrino nei lavori in vigna e, sotto la sua guida, a 13 anni ha prodotto il suo primo vino. Seguono poi la frequenza dell'istituto agrario e la laurea in enologia a Geisenheim. Infine il lavoro presso la cantina di Termeno, dove ancor oggi Oberrauch presta supporto all'enologo Willi Stürz.

    Nel 2017 a Luis Oberrauch si è presentata l'occasione di prendere in affitto dei vigneti a Ora. "Nella mia vigna ci sono quasi 5.000 viti e anche se può suonare ridicolo, posso dire di conoscerle una a una" - dice Oberrauch, che tratta le piante con grande cura e attenzione e le alleva a pergola. "Se si considerano le condizioni climatiche estreme che si verificano sempre più spesso, la pergola ha una serie di vantaggi" - racconta l'esperto viticoltore. Tra questi, una radicazione più profonda delle viti (con minor stress idrico) e l'ombreggiamento naturale, che previene possibili scottature degli acini.

    "Così come in vigna, anche in cantina cerco di intervenire il meno possibile" - dice Luis Oberrauch. I suoi vini vengono filtrati solo grossolanamente prima dell'imbottigliamento, Oberrauch evita qualunque tipo di chiarificazione. Il suo radicamento nel mondo del vino, che dura da tutta la vita, si riflette anche nella scelta dei vitigni. Nell'azienda vitivinicola Luis Oberrauch di Ora crescono infatti esclusivamente i vitigni autoctoni Lagrein e Schiava.
    Ristoranti e trattorie
    Cantina Kettmeir
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    A poca distanza dal centro di Caldaro, l’azienda Kettmeir conserva tutto il fascino della tradizione enologica altoatesina. È possibile visitare la storica cantina e approfondire la conoscenza di questo magico territorio attraverso la degustazione dei nostri vini.
    Cantine
    Azienda Agricola Haderburg
    Salorno, Strada del Vino
    Un vigneto a Pochi, uno a Chiusa, qualche vite a Termeno e a Cortaccia: sotto uno stesso tetto , quello dell'azienda vitivinicola Haderburg, regna la diversificazione. Il Leitmotiv, però, non cambia: nell'intera azienda si applicano le linee-guida della coltivazione biodinamica. "Ciò significa che rispettiamo le leggi della vita e che teniamo conto delle forze che agiscono sulle e nelle sostanze viventi" - racconta Alois Ochsenreiter, proprietario dell'azienda Haderburg di Salorno.

    Sembra che la biodinamica coinvolga in prima linea gli animali allevati in azienda e che hanno libero accesso ai vigneti, ma anche la scelta dei preparati con cui si trattano i terreni e le viti. Nei 13 ettari di vite - suddivisi tra la vigna Hausmannhof a Pochi, la vigna Obermairlhof a Chiusa, e altri vigneti a Termeno e a Cortaccia - si utilizzano piante medicinali, oltre a letame e silicio, tutte sostanze naturali.

    L'assortimento comprende Chardonnay, Sauvingon Blanc, Pinot nero, Sylvaner, Riesling, Gewürztraminer, Müller Thurgau, Pinot grigio, Merlot e Cabernet Sauvignon.

    Come se non bastasse, l'azienda Haderburg ha in serbo un'altra peculiarità: da quasi 50 anni produce spumante con metodo classico e con invecchiamento di 2 - 8 anni. "Per eliminare i lieviti residui, le bottiglie vengono sottoposte a remuage e alla sboccatura" - racconta Ochsenreiter, che aggiunge:"Fino all'imbottigliamento, prendiamo in mano ogni bottiglia più di 40 volte". Un grande impegno dal quale deriva un gusto inconfondibile.   
    Ristoranti e trattorie
    Baita Williamshütte
    Castelrotto, Regione dolomitica Alpe di Siusi
    La baita Williams si trova alla stazione monte della seggiovia Florian a Saltria, Alpe di Siusi.
    Osterie contadine
    Wenzlhof
    Tirolo, Merano e dintorni
    Un cordiale benvenuto al Wenzlhof! Saremo lieti di viziarvi con ottime pietanze della cucina locale e tipiche specialità sudtirolesi! In posizione soleggiata nel cuore di Tirolo, il Wenzlhof è un ottimo punto di sosta e ristoro durante o al termine delle vostre escursioni e gite. Gustate i nostri vini di produzione propria e una tipica merenda a base di speck nell'atmosfera conviviale del Wenzlhof. L'ospitalità è di casa! Il nostro parco giochi è un vero paradiso per i piccoli. Mentre i vostri bimbi si divertono in tutta libertà, voi potrete concedervi meritati momenti di riposo sul nostro terrazzo. La nostra stube propone l'ambiente giusto per ritrovarsi in compagnia al termine dei vostri tour. La stube può ospitare fino a 30 persone - si accettano anche prenotazioni. Non mancate di assaggiare una tipica merenda tirolese a base di speck, ottimi formaggi, salumi affumicati e pane croccan
    Ristoranti e trattorie
    Weingalerie
    Bressanone, Bressanone e dintorni
    L'ottima scelta di vini in vendita e mescita, l'ambiente particolare e la calda atmosfera, ma anche la consulenza personale e la curata ospitalità vi seducono a momenti di piacere per corpo e anima. I nostri piatti abbracciano la filosofia slowfood in tutta la sua varietà, abbiniamo vini nazionali e internazionali a prelibatezze culinarie che sono un piacere per il palato. Questo fa sì che ogni visita al Weingalerie diventi un momento di piacere che coinvolge tutti i vostri sensi. Aperitivo di matrimonio, festa di compleanno, cena di lavoro o semplicemente per qualsiasi tipo di evento, organizziamo per voi una giornata o serata indimenticabile in un ambiente molto speciale.
    Ristoranti e trattorie
    Weingut Castel Sallegg
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Il castello, le corti storiche, la cantina millenaria – a Castel Sallegg, tutto racconta di arciduchi, conti e tradizione vitivinicola; di storia, gusto e del legame indissolubile con il lago di Caldaro. Scoprite il nostro passato, in un percorso scandito dalla cantina del nostro presente e dai suoi vini nobili. Visita della cantina su prenotazione: Tel. +39 3487399405, info@castelsallegg.it
    Cantine
    Azienda Agricola Baron Widmann
    Cortaccia sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Diversi secoli di tradizione non sono un'eccezione, per le aziende vitivinicole altoatesine, ma ben 1.700 anni di storia lo sono, eccome. Le radici dell'azienda agricola Baron Widmann di Cortaccia affondano ai tempi dei Romani. Con tanto di documentazione.

    Durante i lavori di dissodamento effettuati nel 1977 nella vigna sono stati rinvenuti reperti di Età Romana - tra cui anche alcune parti del fusto di una vite - che grazie alla presenza di diverse monete è stato possibile datare intorno al 300 d.C. La storia dell'azienda, quindi, è molto vecchia, certamente anche perchè le condizioni sono ottimali per praticare la viticoltura. Le vigne dell'azienda Baron Widmann di Cortaccia si trovano a un'altitudine compresa tra i 220 e i 600 m s.l.m., su colline soleggiate talora erte, che offrono condizioni specifiche per lo sviluppo di diversi vitigni. "Siamo attenti - come ci insegnano la lunga tradizione e l'esperienza - a scegliere zone diverse di coltivazione per i diversi vitigni" - racconta Andreas Widmann.

    Nell'azienda Baron Widmann, già negli anni '60 si era passati dall'allevamento a pergola al Guyot. "Abbiamo mantenuto la pergola solo per la Schiava" - così Widmann. Le zone calde e soleggiate di Cortaccia si addicono alla coltivazione, oltre che di questi vitigni autoctoni, anche dei vitigni bordolesi (Merlot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon), del Gewürztraminer, del Manzoni, dello Chardonnay e del Pinot bianco.

    L'uva viene vinificata in proprio presso la residenza della famiglia, nel centro di Cortaccia. L'edificio, di età rispettabile pur non risalendo all'Età Romana, presenta aspetti gotici. Con radici tanto profonde.
    Cantine
    Tenuta Prälatenhof
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Racchiudere in bottiglia gli aromi che la natura conferisce all‘uva: questo è l’obiettivo che la famiglia Rohregger vuole raggiungere nella tenuta Prälatenhof a Pianizza di Sotto, presso Caldaro. Un obiettivo che “suona facile“, ma che in realtà richiede tanto impegno, tanta passione e tanto know-how.

    È proprio questo che nella famiglia Rohregger si trasmette di generazione in generazione. Nel 2019 Stephan ha rilevato la tenuta Prälatenhof dal padre Roland. Stephan, enologo e rappresentante della terza generazione di capocantinieri, ha raccolto una grande esperienza come mastro di cantina di rinomate cantine e la applica ora anche nella propria tenuta.

    Le vigne della tenuta Prälaterhof sono lavorate e curate manualmente con grand esensibilità. Sulla collina areata e baciata dal sole di Pianizza di Sotto si coltivano a pergola ceppi di Schiava di oltre 60 anni di età e a spalliera Cabernet Sauvignon e i vitigni a bacca bianca Moscato giallo, Sauvignon Blanc e Pinot bianco.

    Con la stessa cura e con l’attenzione che si prestano alle viti e all’uva ci si dedica, alla tenuta Prälatenhof, anche alla vinificazione. “Per i nostri vini puntiamo a una vinificazione caratteristica e autentica in botti di cemento o di legno“, spiega Rohregger. Solo in questo modo, rispettando le peculiarità dell’uva, si riesce a racchiudere nelle bottiglie gli aromi “giusti“: quelli che la natura ha impresso nei grappoli.
    Cantine
    Tenuta Gottardi Alexander
    Egna, Strada del Vino
    I Gottardi di Innsbruck si erano già fatti un nome, nel mondo del commercio del vino, quando nel 1986 hanno realizzato il loro sogno: acquistare e lavorare un vigneto proprio in Alto Adige, nel Paradiso del Pinot nero. È nata così la tenuta Gottardi a Mazzon di Egna.

    Prima che la famiglia Gottardi potesse tenere in mano la prima bottiglia del vino prodotto nella loro cantina è stato necessario impegnarsi, e tanto. Tutte le vigne sono state estirpate e piantate di nuovo e si è passati all'allevamento a spalliera. La cantina è stata completamente rinnovata. Solo nel 1995 sono stati imbottigliati i primi vini di Gewürztraminer, Chardonnay e Pinot nero. "Dato che però il Pinot nero è particolarmente amato a livello sia nazionale che internazionale, nel 2010 deciso di dedicarci esclusivamente a questo vitigno" - racconta Alexnder Gottardi.

    A Mazzon, sopra Egna, le condizioni per la coltivazione del Pinot nero sono ideali: terreni di arenaria, di calcare e di marna con lunghi tramonti e fresche folate notturne di vento non solo facilitano una completa maturazione dei grappoli, ma "li arricchiscono di eleganza e raffinatezza" - aggiunge Gottardi, che con una coerente politica di qualità inserisce il proprio tra i Pinot neri di maggior qualità. I grappoli vengono vendemmiati a mano e selezionati con grande cura.

    "Il primo anno, in cantina l'uva viene trasportata esclusivamente dalla forza di gravità, il che è molto importante perché il Pinot nero è particolarmente sensibile" - racconta il viticoltore, i cui vini vengono affinati dapprima in contenitori di acciaio e poi in barrique di legno francese per maturare infine in bottiglia. Tanto lavoro e tanto impegno per un posto nel Paradiso del Pinot nero.
    Ristoranti e trattorie
    Osteria Vögele
    Bolzano, Bolzano e dintorni
    Benvenuti al Wirtshaus Vögele! Che si tratti di una chiacchierata la mattina davanti ad un cappuccino e a un pasticciono calda, di un pranzo d’affari nei raffinati ambienti in stile Biedermeier o di un’allegra riunione serale con gli amici sotto il cielo stellato di Bolzano: queste e molte altre occasioni fanno del Vögele IL Vögele.
    Cantine
    Tenuta H. Lentsch
    Bronzolo, Bolzano e dintorni
    La Tenuta H. Lentsch, posta tra montagne e frutteti e circondata da alberi di ulivo e cipressi secolari, si trova a Bronzolo, nel soleggiato sud dell’Alto Adige.

    Circa la metà dei 20 ettari della superficie coltivabile della vecchia azienda agricola è costituita da vigneti, che grazie alla loro posizione su un grande cono alluvionale godono di condizioni ottimali. Il porfido poroso, che di giorno trattiene il calore e di notte lo rilascia, e le buche di ghiaccio naturale creano un microclima naturale unico nel suo genere.

    Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e il classico Lagrein trovano le condizioni migliori per crescere nei terreni caldi, sabbiosi e sassosi. In armonia con le condizioni naturali, le viti vengono curate e coltivate a mano da generazioni.

    I vini fruttati e di carattere offrono il massimo piacere ai palati raffinati. La loro longevità ha spinto la Tenuta H. Lentsch ad imbottigliarli anche in grandi formati.

    Per i vini vengono utilizzati esclusivamente uve dei propri vigneti, coltivate nelle migliori condizioni climatiche. Dal sapore pieno e robusto, elegante e fresco, i vini conquistano il palato con la loro persistenza.
    Cantine
    Azienda Vinicola Messnerhof
    Bolzano, Bolzano e dintorni
    Bernhard Pichler non voleva solo produrre uva, voleva poter controllare tutta la filiera, dalla produzione di barbatelle fino all'etichettatura delle bottiglie. Ed è proprio questo che fa, sin dal 2003 all'azienda vitivinicola Messnerhof di Bolzano. "Se la qualità è buona è merito nostro e se succede che qualcosa vada storto, siamo responsbaili anche per questo".

    Bernhard Pichler non è il primo che produce vino al Messnerhof di San Pietro/Bolzano. Anzi, nel periodo tra le due guerre l'attività era fiorente, poi i Pichler si sono concentrati sulla produzione di uva - finché è arrivato Bernhard. Con il passaggio alla completa autonomia si avvera il suo sogno di bambino.

    L'uva per i vini si ottiene da due vigne: la prima si trova a Missiano (Comune di Appiano, 0,8 ettari), mentre la seconda si estende per 1,6 ettari intorno alla sede dell'azienda a San Pietro ed è su una collina esposta a sud-ovest. In entrambe le località, il clima è ideale. "I venti caldi e freddi provvedono ad un marcato sbalzo termico tra il giorno e la notte - condizione ottimale per la formazione dell'aroma" - così Pichler.

    L'assortimento è di conseguenza abbastanza ampio: Sauvignon Blanc, Gewürztraminer, Merlot, Syrah, Tempranillo, Schiava, Lagrein, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot sono coltivati e vinificati secondo linee-guida ben precise. "Il nostro obiettivo è produrre vini espressivi" - dice Bernhard Pichler - "che conservino il carattere personale del vitigno, della zona e dell'annata".
    Ristoranti e trattorie
    Tenuta Nicolussi-Leck
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Il nostro vigneto si trova a soli pochi passi dal lago di Caldaro. In posizione particolarmente tranquilla, con vista sulla rovina di Castelchiaro ed un meraviglioso panorama circostante per vacanze all’insegna del relax. Per la prima volta l’annata 2017 è stata vinificata all’interno della nuova cantina, dove le più moderne tecnologie incontrano antiche volte in pietra risalenti a 700 anni fa. Visita guidata della cantina su prenotazione.
    Cantine
    Tenuta Castel Rametz
    Scena, Merano e dintorni
    La tenuta Castel Rametz di Merano è una delle più ricche di tradizione dell'Alto Adige. I documenti attestano che la vite era coltivata già nel 1227 e dal 1860 anche il Pinot nero. Perché è tanto importante? Semplice: quella della tenuta Castel Rametz è stata la prima vite di Pinot nero coltivata in Alto Adige.

    Se le viti vengono coltivate qui da oltre 800 anni non è un caso: il clima di Merano è ideale e i terreni morenici sui quali si estende la tenuta sono pemeabili all'acqua. Si tratta di caratteristiche che ancor oggi consentono di coltivare, sui 10 ettari della tenuta Castel Rametz, viti di Pinot nero, Riesling, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Le viti sono allevate in massima parte a Guyot, ma con una interessante peculiarità:"Utilizziamo esclusivamente pali di legno di castagno resistenti alle intemperie. Fin dall'inizio abbiamo rinunciato ai pali in cemento, tanto diffusi nel resto del comprensorio viticolo altoatesino" - racconta il direttore della tenuta Stanislaus Schmid.

    Particolari sono anche le cantine, nelle quali l'uva vendemmiata dai vigneti della tenuta viene lavorata. La cantina grande risale al XVIII secolo, si tratta di un'opera unica che appartiene senza alcun dubbio alle più belle cantine della Provincia di Bolzano. "Qui conserviamo le grandi botti in rovere, mentre nella cantina più piccola - del XII secolo - lasciamo le preziose barrique" - così Schmid.

    Storia e tradizione si incontrano, nella tenuta Castel Rametz di Merano. Veri pezzi da museo, qui si possono ammirare anche moltissimi strumenti e utensili utilizzati in viticoltura e in cantina, che risalgono a decine di anni fa. Vale la pena anche solo visitare questo interessantissimo museo del vino.
    Cantine
    Weingut Tenuta Rohregger
    Caldaro sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Stephan Rohregger ha rilevato la tenuta Prälaterhof dai suoi genitori solo nel 2019. Sarebbe però davvero sbagliato credere che il giovane viticoltore manchi di esperienza. In fondo, Rohregger non ha alle spalle solo una formazione come enologo, ma anche diverse esperienze raccolte come cantiniere presso una grande e famosa cantina privata altoatesina.

    Stephan Rohregger si descrive come "ambizioso e alla continua ricerca della qualità". Il che, in concreto, significa che la qualità è l'obiettivo, al quale il vignaiolo e l'enologo - due in uno - lavorano con rigore. "Tutti i vini vengono affinati - come da tradizione - in contenitori di cemento o in botti di legno e vengono invecchiati almeno un anno" - così Rohregger. In questo modo si ottengono vini non solo di alta qualità, ma anche piuttosto noti. Non si tratta quindi di vini mainstream, ma di vini che esprimono le zone nelle quali crescono le viti, le vigne della tenuta Rohregger di Pianizza di Sotto, nel Comune di Caldaro. Il vignaiolo ne parla utilizzado il termine "molto interessanti".

    Le vigne si trovano in parte a Caldaro, a 440 m s.l.m. Sono viti di Schiava che hanno fino a 90 anni, oltre che di Pinot grigio e Sauvignon. Altre vigne della tenuta Prälatenhof si trovano nel Comune di Cortaccia, a Corona, a 800 m s.l.m., dove crescono viti di Sauvignon, Pinot nero e Pinot bianco.

    Due vigne, due zone completamente diverse, cinque vitigni e un'unica, grande sfida per la terza generazione di Rohregger al Prälatenhof: produrre vini pregiati.
    Malghe e rifugi
    Rifugio Pio XI
    Curon Venosta, Val Venosta
    E come punto d'appoggio c'è il nostro rifugio, con la sua atmosfera alpina e semplice, con la sua storia centenaria, con il suo paesaggio maestoso ...
    Ristoranti e trattorie
    Waltas Kochhütte
    Valle Aurina, Valle Aurina
    Benvenuti nel nostro piccolo paradiso in mezzo alla natura e tranquillità sul lato soleggiato della Valle Aurina

    Come raggiungerci:

    - San Giovanni, parcheggio "Hochlärcher" - strada forestale o sentiero n. 12, tempo di percorrenza ca. 45 min

    - San Giovanni (Costa Molini) - Cascata Rio Franco - sentiero n. 8 e 18, tempo di percorrenza ca. 2 ore

    - Cadipietra (parcheggio "vecchia scuola") - Cascata Rio Franco - sentiero n. 8 e 18, tempo di percorrenza ca. 2 ore

    Famiglia Hofer Vi aspetta

    Cantine
    Tenuta Kobler
    Magrè sulla Strada del Vino, Strada del Vino
    Passo passo verso il vino prodotto nella propria cantina: alla tenuta Kobler di Magré si "tocca con mano" come una vigna possa essere fatta crescere con tanta pazienza, laboriosità e coerenza. Il passo intrapreso nel 2006 dai Kobler - verso la vinificazione in proprio - era solo logico. E certamente non l'ultimo.

    Fu Erich Kobler a gettare le basi della tenuta omonima di Magré, negli anni '50. Nel 1958 piantò la prima vigna, per metà con Chardonnay. Nel 1972 si aggiunse una seconda vigna a Pinot grigio, Merlot e Carmenè, seguita nel 1993 da una terza a Merlot. Negli anni 2000 l'assortimento venne ampliato con Cabernet Franc e Gewürztraminer.

    Un passo decisivo, poi, fu compiuto dalla famiglia Kobler a metà degli anni 2000. "Con la vendemmia 2006, mia moglie Monika e io abbiamo cominciato a vinificare in proprio una parte della nostra uva" - racconta Armin Kobler, il figlio del fondatore. L'uva di due ettari dell'azienda viene vinificata nella cantina di proprietà. "La produzione media annua si aggira sulle 15.000 bottiglie di vino DOC" - così Kobler.

    L'uva che rimane viene conferita alla cantina sociale di Cortaccia. Anche se la produzione attuale è limitata, è chiaro quale sia l'obiettivo dei Kobler. "Vogliamo produrre da soli vini che esprimano al meglio il carattere della zona, del vitigno e dell'annata" - dice Armin Kobler.
    1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499