Vai ai contenuti
aggiunto ai preferiti
rimosso dai preferiti
Oops! C’è stato un problema, prova di nuovo
Il tuo account è in corso di creazione
Il tuo account è stato creato con successo e ora hai effettuato l'accesso.
Sei stato disconnesso
Filtra
Filtri selezionati
    Livello di difficoltà
    Durata
    Distanza in Km

    Esperienze da fare in Alto Adige

    Scopri tutte le esperienze in Alto Adige

    Risultati
    Sport e tempo libero
    Basket nel centro di sport e salute Sportwell
    Val Venosta
    Che sia una partita classica di basket con cinque giocatori per squadra, oppure la variante dello streetball con un solo canestro, la pallacanestro rimane uno sport di squadra altamente tecnico e tatticamente impegnativo. Lo spirito di squadra ne costituisce il fattore decisivo. Soprattutto i giovani sono attratti da questo sport veloce che proviene dagli Stati Uniti.

    Il campo da basket del centro sportivo SportWellè aperto a tutti, principianti ed esperti. Persone singole possono usare l’impianto gratuitamente e senza prenotazione. Per gruppi si richiede una prenotazione.
    Giardini pubblici
    Percorso 3D
    Strada del Vino

    Il percorso 3D Niclara-Magrè-Cortina è una passeggiata facile che si può fare anche con carrozzina. Il sentiero da Niclara a Cortina passa attraverso frutteti e vigneti e anche vicino biotopi dove si possono osservare vari animali. Vicino al campo di calcio a Cortina c'è anche la possibilità di fare sosta coi bambini al parco giochi.

    Luoghi da vedere
    Vecchia vite
    Strada del Vino

    La più antica vite di tutto l'Alto Adige cresce a Magrè. Nel Vicolo dei Conti di Magrè si trova la vite più vecchia dell'Alto Adige (1601) che copre l'intera facciata della Residenza Feichter e che ancora oggi porta 80 kg di uva all'anno.

    Luoghi da vedere
    Lago di Favogna
    Strada del Vino

    l gioiello dell’altopiano di Favogna di Sotto è innegabilmente il piccolo Lago di Favogna. Circa 35 specie di orchidee, gamberi di fiume e altre specie di flora e fauna si trovano nei 10 ettari di biotopo intorno al lago. Ninfee e libellule vivono come gemme vicino alla riva. Anche se il lago è un biotopo con flora e fauna insolita, un piccolo molo offre la possibilità di nuotare in acqua setosa con vista panoramica sulla piccola chiesa e sulle montagne circostanti. Raggiungibile in auto, su sentieri o su la via ferrata di Favogna, l'altipiano offre numerose opportunità per passeggiate e anche due ristoranti. È consigliato anche come obiettivo per un tour in bicicletta, sia per mountain bike, motociclo o bicicletta di corsa.

    Chiese e abbazie
    Chiesa parrochiale S. Geltrude
    Strada del Vino

    La chiesa parrocchiale di Santa Gertrude a Magrè, sulla Strada del Vino, fa parte delle attrazioni più particolari della Bassa Atesina. La caratteristica di questa costruzione è che una strada divide il campanile dalla navata. Tuttavia non è sempre stato così. La chiesa viene citata per la prima volta nel 1343. Al tempo la navata della chiesa si trovava ancora attaccata alla torre ed era leggermente più piccola rispetto a come appare oggi. Nel 1466 la chiesa venne ricostruita e nel 1513 fu aggiunto il campanile con due campane del XVI secolo. Agli inizi del XVII secolo fu creata la canonica e iniziarono i lavori per la costruzione di una chiesa parrocchiale ancora più grande. Per motivi di spazio fu necessario spostarsi sull'altro lato della strada e quindi la navata e il campanile vennero divisi. La nuova chiesa è stata dedicata a Santa Gertrude e il vecchio edificio demolito. Gli interni barocchi della chiesa parrocchiale di Santa Gertrude sono tra i più belli in Alto Adige. L´interno è infatti decorato con colori luminosi e chiaramente strutturato. La parete dell'altare è in marmo stuccato e riporta un affresco di Santa Gertrude. Dell'allestimento originale della chiesa rimangono oggi solo gli altari laterali, alcune sculture e alcuni quadri.

    Sport e tempo libero
    Palestra fitness nel centro di sport e salute Sportwell
    Val Venosta

    Per non trascurare la forma fisica, accanto all’area wellness del centro sportivo e di tempo libero Sportwell a Malles, si trova una palestra fitness con i migliori e più moderni attrezzi.

    Nella nostra palestra fitness si può allenare il fisico, l’anima e la mente con attrezzature di ultima generazione. Dimenticate lo stress quotidiano salendo le scale virtuali dello stepper.

    Prendetevi il tempo necessario per la vostra salute, la vostra condizione fisica, la vostra figura e per rafforzare la vostra schiena.

    Tempo libero
    Beach volley nel centro di sport e salute Sportwell
    Val Venosta
    Chi cerca l’atmosfera da spiaggia in mezzo alle montagne, la trova sul campo di beach-volley, grande 8 x 16 metri, del centro sportivo e tempo libero SportWell di Malles. D’estate, sotto il sole, ci si diverte con palleggi e colpi a pallonetto. Questo velocissimo gioco da spieggia è ideale per tutta la famiglia. Il beach volley non serve però solo per divertirsi, ma rafforza anche tutto il corpo ed è l’ideale per allenare concentrazione e coordinamento

    Perciò: via le scarpe e piedi nella sabbia!

    É desiderato di prenotare il campo di beach volley in anticipio. I gruppi che hanno prenotato, hanno la priorità.
    Campi da calcio
    Campo sportivo nel centro di sport e salute Sportwell
    Val Venosta

    Il centro tempo libero Sportwell nel centro sportivo venostano di Malles è un vero eldorado per tutti coloro che cercano un po’ di divertimento. Accanto a tre campi da tennis al coperto, due all’aperto e una palestra fitness, il centro dispone di una stadio d’atletica leggera con tanto di tribuna e di un campo da calcio.

    Sono stati costruiti anche un campo da beach volley e uno da basket. Soprattutto i giovani apprezzano quest’atmosfera da spiaggia in mezzo alle Alpi.

    Chiese e abbazie
    Chiesa parrocchiale di San Ulrico
    Merano e dintorni

    La chiesa di San Ulrico a Nalles fu fondata nel XII secolo dal monastero di S. Afra di Augusta; dal 1910 è la Chiesa parrocchiale di Nalles. Messa orari: Sabato ore 19.00 Domenica ore 10.00

    Chiese e abbazie
    Chiesa del Sacro Cuore Sirmiano
    Merano e dintorni

    Nel 1843 è stata edificata a Sirmiano di Sotto la piccola chiesa del Sacro Cuore, la prima e allo stesso tempo una delle poche chiese in provincia ad essere consacrata al cuore di Gesù. La costruzione, sobria, custodisce un piccolo altare barocco risalente al XVIII secolo, datato 1713. Il campanile è stato concluso nel 1857.

     

    Fortezze e castelli
    Il vecchio municipio
    Strada del Vino

     

    Un tempo qui si trovava il maso Hof beim Ziggl, menzionato per la prima volta nel 1541 come proprietà di Franz Seemann von Mangern e successivamente come proprietà dei baroni von Coreth. Nel 1798, Bartlme von Hebenstreit lo vende al cancelliere Anton Teiss. Nel 1820 Michael Rizzoll acquista il maso; la maggior parte dei beni viene staccata dallo stesso. Nel 1862 passa a Katharina Rizzolli e nel 1871 al droghiere Mathias Pfitscher. Nel 1880, egli lo vende al Comune. Dal 1889 la parte inferiore viene usata come scuola, mentre la parte superiore viene usata come municipio fino alla prima metà del XX secolo. Oggi questa struttura ospita varie strutture sociali, la scuola elementare, la biblioteca, gli appartamenti per anziani e l'ambulatorio medico.

     All'interno dell'abitazione ci sono numerose volte a crociera e la maggior parte delle porte e delle finestre hanno infissi in pietra. La pietra arenaria usata per queste aperture veniva un tempo estratta nelle immediate vicinanze, ad esempio a Doladizza.

    Fortezze e castelli
    Leone d'Oro
    Strada del Vino

    Secondo fonti orali un tempo era la stazione doganale dei Signori di Enna. La prima documentazione scritta dell'uso come locanda risale al 1530.  L'affituario era il pellicciaio Hans Disner di Egna ed è a questo periodo che risalgono i preziosi affreschi nella sala da pranzo che, all'epoca, probabilmente veniva usata anche come aula di tribunale.

    L'elemento centrale di questi affreschi è lo stemma dell'imperatore Carlo V che, probabilmente nel 1530 durante il viaggio di ritorno da Bologna al Parlamento di Augsburg (Germania), attraversò il Tirolo e si fermò a Montagna. Sulle otto vele della volta a crociera sono raffigurate diverse rappresentazioni allegoriche, mentre nella parte centrale della parete ovest è raffigurato anche lo stemma imperiale asburgico, lo scudo austriaco con il cappello del duca e lo stemma tirolese con la corona d'alloro.

     

    Dal 1586 l’edificio è di proprietà della famiglia Teiss. In un documento del 1600 viene descritto come locanda "Guldenen Löwen auf Monthan". Nel 1687 passa alla famiglia Pernter, locandieri fino al 1737.  Successivamente si susseguirono come proprietari la famiglia Constanz e la famiglia Haidenberg di Gsies e altri dieci proprietari.  Nel 1865, la proprietà dell'edificio passa alla famiglia Pichler di Doladizza, che un tempo si era trasferita da Monte San Pietro. Matthias, Peter e Kreszentia acquistano l'Oberwirt. Nel 1928 diventa proprietario Lambert Pichler, poi la vedova Martha fino al 1974, e infine il figlio Otto Pichler con la moglie Magdalena Scherlin. Nel 2002 è il loro figlio Harald Pichler con la moglie Barbara Thaler e le loro due figlie a prendere le redini del “Leone d’Oro”.

    Sport e tempo libero
    Tennis a Naturno
    Merano e dintorni

    A Naturno ci sono quattro campi in terra battuta all'aperto ben curati e quattro campi coperti con tappeto in granulato di gomma per gli appassionati di tennis. Inoltre, c'è un'area ristorante e bar e un invitante giardino. Che si tratti di principianti o di giocatori di tornei, Gery Riedl e la sua squadra insegnano agli appassionati di tennis indipendentemente dal loro livello di abilità. I metodi di apprendimento e l'intensità sono adattati individualmente al vostro livello. Le lezioni sono garantite al 100%, poiché i campi all'aperto possono essere giocati da metà marzo in poi, grazie al clima mite.

    Sport e tempo libero
    Campo d'allenamento per bici Naturno
    Merano e dintorni

    Campo per formazione tecnica con percorsi di allenamento per mountanibike gestiti dalla Ötzi Bike Academy Naturno. Tutti gli allenamenti tecnici (corsi di base) vengono fatti sul campo d’allenamento tecnico. I corsi sono adeguati per principianti e persone leggermente avanzate. Nei pomeriggi aperti si può usare il campo per migliorare se stessi nella tecnica e per ottenere più sicurezza sul bike.

    Fortezze e castelli
    Castel Schwanburg
    Merano e dintorni

    All'uscita della gola del ruscello di Sirmiano, poco sotto al Castel Payersberg, s'innalza il Castel Schwanburg, un castello abitato e molto ben ristrutturato. Già citato nel 1286 in un documento della Parrocchia di Bolzano come Haus in der Gaul (casa nella stretta) il castello appartiene dal XIV secolo al nobile casato dei Boymont-Payersberg. Negli anni 1560-1575 Jakob von Payersberg diede al castello l'odierno aspetto. Chiamò il castello con il nome "Schwan" (cigno) rappresentato nel suo stemma: Schwanburg. I signori von Payersberg nel loro stemma e scudi di famiglia riportavano oltre al toro nero della casata dei Boymont anche il fiero cigno bianco su sfondo blu. Il toro ed il cigno orano ancora oggi lo stemma ufficiale del comune di Nalles. Il castello si presenta come un insieme d'edifici singoli con logge e scale che si raccolgono intorno ad un cortile interno. All'ingresso del castello è posto lo stemma della casata dei Boymunth-Payersberg del 1560. Nel cortile si trova anche un bellissimo orologio solare che riporta la data 1563 e due tavole romane avvolte da rigoglioso fogliame. Il Castel Schwanburg che ospitava la più antica cantina di vini privata dell'Alto Adige, è abitato dai discendenti di Rudolf Carli e sede degli uffici amministrativi dell'azienda. Il podere vinicolo si estende su una superficie di ca. 15 ettari e hanno prodotto vini di qualità che portavano il nome Castel Schwanburg. Nell'antica cantina del castello si trovano oltre alle centinaia di botti in rovere (barriques francesi) anche le botti in legno a forma d'uovo risalenti all'epoca di Maria Theresa d'Austria.

    Proprietà privata - non da visitare!

    Altri edifici pubblici
    Stazione di ricarica gratuita per biciclette elettriche a Egna
    Strada del Vino
    L'idilliaco centro di Egna si trova a 300 metri dalla pista ciclabile dell'Adige. Nel centro storico del paese ci sono due punti di ricarica gratuiti per le biciclette elettriche. Uno di questi si trova direttamente sulla piazza principale, che è il posto giusto per una pausa di ristoro o un pasto caldo in uno dei locali in mezzo a un magnifico scenario nel sud dell'Alto Adige.
    Il secondo punto di ricarica si trova un po' più in alto, all'inizio dei portici, dove il punto di ricarica è anch'esso gratuito e numerosi bar e ristoranti offrono un ottimo modo per colmare il tempo di ricarica.
    Laghi balneabili
    Impianto Kneipp Montagna
    Strada del Vino

    Il metodo kneipp aiuta alla circolazione e rilassa corpo, mente ed anima. Il nuovo impianto kneipp a Montagna offre rilassamento, lontano dallo stress quotidiano.

    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Stazione
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile si trova direttamente nella stazione ferroviaria di Villabassa ed è liberamente accessibile.Partendo dalla Piazza Von Kurz, prendendo la strada in direzione della stazione ferroviaria, dopo pochi metri si raggiunge l'edificio della stazione ferroviaria.Sul lato destro dell'edificio, in un piccolo giardino, si trova la fontana.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana stazione è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Togga
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile si trova lungo la Rienza ed è liberamente accessibile.Partendo dalla Piazza Von Kurz, si segue la strada verso la Chiesa Parrocchiale. Attraversando il ponte si svolta a sinistra e dopo cento metri si raggiunge la fontana sul lato sinistro della strada (di fronte all'hotel Rose).

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Togga è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Kohlerhöhle
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana d'acqua potabile si trova nella Via Kohler ed è liberamente accessibile. Dalla Piazza Von Kurz seguite la Via Frau Emma in direzione est. Poco prima del Bar Irma, svoltare a sinistra in diagonale in Via Kohler. Dopo pochi metri la fontana si trova sul lato sinistro della strada.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Kohlerhöhle è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Lexer
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile si trova vicino all'entrata ovest di Villabassa ed è liberamente accessibile. Partendo dalla Piazza Von Kurz, si segue la Via Frau Emma, ​​che sfocia in Via Hans-Wassermann, in direzione ovest. Pochi metri prima dell'incrocio con la Via Rienza trovate la fontana sul lato destro della strada.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Lexer è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontanella Kurpark
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile si trova nel padiglione del Kurpark di Villabassa ed è liberamente accessibile.Provenendo dall'ingresso est del paese, dopo il Bar Irma, svoltare a destra seguendo le indicazioni per il Kurpark.All'ingresso dell'impianto Kneipp, seguire la strada in direzione del Motorikpark. Dopo qualche metri la fontanella si trova sul lato sinistro della strada.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Kurpark è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Ex Bilancia
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile si trova vicino all'entrata ovest di Villabassa ed è liberamente accessibile.Partendo dalla Piazza Von Kurz, si segue la Via Frau Emma, che sfocia in Via Hans-Wassermann, in direzione ovest.Pochi metri prima del bivio nella zona industriale di Villabassa troverete la fontana sul lato destro.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Ex Bilancia è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Piazza Von Kurz
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana è situata direttamente nel centro di Villabassa nella Piazza Von Kurz ed è liberamente accesssibile e gratuita.
    Venendo da entrambi i lati (ovest ed est) si raggiunge il centro di Villabassa. Davanti il municipio si trova la fontana Piazza Von Kurz.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Piazza Von Kurz è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    Punti d'acqua potabile
    Rispetta la montagna - Fontana Kammerer
    Regione dolomitica 3 Cime
    Questa fontana di acqua potabile è un po' nascosta nella Via Franz Siessl ed è liberamente accessibile.Dalla Piazza Von Kurz seguite la Via Frau Emma in direzione est.Dopo la Piazza Europa svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per la Via Franz Siessl.Dopo pochi metri troverete la fontana sul lato sinistro della strada.

    Nel corso del progetto "Rispetta la montagna", sono state raccolte e pubblicate le fontane certificate del comune di Villabassa. La fontana Kammerer è una delle tante fontane a Villabassa, che riflette questo progetto. Le fontane invitano a riempire bottiglie riutilizzabili con acqua potabile fresca e die qualità.

    Tutto intorno al progetto "Rispetta la montagna" troverete qui: www.seiseralm.it/respectthemountain
    1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501
      image
      Summer
      Uphill Seespitz
      Meran and environs
      Starting point: Töll Etschbrücke (525 m) End point: Gasthaus …
      44 km total slope
      7 lifts
      Highest point: 2,505 m