Vai ai contenuti
aggiunto ai preferiti
rimosso dai preferiti
Oops! C’è stato un problema, prova di nuovo
Il tuo account è in corso di creazione
Il tuo account è stato creato con successo e ora hai effettuato l'accesso.
Sei stato disconnesso
Filtra
Filtri selezionati
    Livello di difficoltà
    Durata
    Distanza in Km

    Esperienze da fare in Alto Adige

    Scopri tutte le esperienze in Alto Adige

    Risultati
    Percorsi cittadini e in paese
    Sentiero del vino „I segreti di Waldgries“
    Bolzano, Bolzano e dintorni
    Partendo dalla secolare Tenuta Waldgries, vicino al pittoresco borgo di S. Maddalena a Bolzano, è stato creato un sentiero del vino.

    Lungo la vecchia strada del Renon, in mezzo al vigneto Waldgries, il visitatore viene informato in merito ai tipi di terreno, al microclima, ai lavori nel vigneto, alle coltivazioni, alla cultura e molto altro.

    Il percorso artistico, creato dall’artista Philipp Moroder Doss (Val Gardena), è lungo 600 metri e conduce ad un punto panoramico che regala una visuale meravigliosa: la città di Bolzano, il piccolo borgo di Santa Maddalena, Rencio e i castelli Campegno e Cornedo.

    Successivamente si possono degustare i vini di Christian Plattner presso il punto vendita e degustazione.

    Lunghezza del sentiero: 600 metri

    Il sentiero è aperto al pubblico.

    Difficoltà: facile
    49 altitudine
    0h:12 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale: Biotopo Rasun
    Rasun Anterselva, Regione dolomitica Plan de Corones
    Da Rasun di Sotto a Rasun di Sopra (Casa della Cultura) > seguendo il fiume per ca. 1 km > girare a destra in direzione del bosco > avanti in direzione nord fino al biotopo (zona naturale umida protetta con sentiero naturalistico).

    Questa escursione puó anche essere fatta partendo da Anterselva di Sotto o Anterselva di Mezzo!
    Difficoltà: facile
    42 altitudine
    2h:19 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale tra i masi ladini a La Val
    La Val, Regione dolomitica Alta Badia

    Le Dolomiti, con le montagne del Sasso Croce da una parte ed il Pütia dall’altra, fanno da cornice ai prati innevati, ad antichi fienili e masi con i giardini delle “viles”, i tradizionali insediamenti rurali della parte più antica di La Val. Durante questa semplice passeggiata attraverso gli antichi masi del paese, ti sentirai avvolto dalla tradizione e cultura ancora vive del paese. Inoltre, sul tuo cammino ti troverai davanti la chiesetta di Santa Barbara, simbolo del paese, ed il campanile della vecchia chiesa di La Val.

    Lungo il sentiero sono presenti due agriturismi, il “Ciablun” e il “Lüch de Survisc” dove potrai fermarti per assaporare i piatti autentici e genuini che contraddistinguono la cucina ladina.

    Difficoltà: facile
    299 altitudine
    1h:08 min durata
    Escursioni
    Escursione Gaido Festenstein Gaido
    Andriano, Strada del Vino
    Breve escursione alle rovine del castello di Festenstein. Fate attenzione ai giorni di apertura. Vivi un momento di libertà negli edifici storici delle mura di Festenstein e goditi una spettacolare vista panoramica sulla Valle dell'Adige.
    Difficoltà: intermedio
    205 altitudine
    0h:45 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale Val di Fleres
    Brennero, Vipiteno e dintorni

    Il sentiero circolare inizia in Piazza Ibsen a Colle Isarco e conduce attraverso il viale "Silbergasse", ai Masi Moos e dopo sul sentiero a valle fino a Ladurnse dietro l'Hotel Alpin si prosegue su un sentiero escursionistico invernale preparato fino S. Antonio. La via di ritorno prosegue verso Fleres di Fuori, lí al sottopassaggio della ferrovia deviare a destra e proseguire lungo la passeggiata sull´argine fino al punto di partenza. A Ladurns gli alberghi Alpin e Bergkristall invitano a sostare.

    Difficoltà: facile
    367 altitudine
    3h:51 min durata
    Escursioni
    Passeggiata lungo il Ilswaal a Silandro
    Silandro, Val Venosta

    Il Ilswaal nei pressi di Silandro è pieno di acqua dalla primavera fino all'autunno.

    Lungo il Waal si snoda una piacevolissima passeggiata che da Silandro porta a Castel Silandro, da dove si gode una vista stupenda, attraversa poi la gola selvaggia del Rio di Silandro, e arriva nei pressi della chiesetta di S. Egidio a Corzes.

     

    Descrizione del percorso:
    dalla zona sportiva di Silandro si imbocca il sentiero n. 3, si oltrepassa la cascata di Rio Silandro e si procede fino a incontrare l'Ilswaal, contraddistinto dal segnavia n. 5. A questo punto è possibile muoversi in direzione est fino a raggiungere il punto di inizio del canale sul Rio di Silandro, e proseguire poi in ripida salita fino a Castel Silandro (proprietà privata).

    Oppure si segue il Waal in direzione ovest fino ad arrivare alla chiesetta di S. Egidio.
    Si ritorna percorrendo a ritroso lo stesso itinerario dell'andata oppure percorrendo il Sentiero del Rosario fino a Corzes e proseguendo poi per Silandro.

    Tempo di percorrenza: 2 h 30 min
    Dislivello: 440 m
    Segnavia: 12, 4, 5, 7, 5, 4, 3A

    Difficoltà: intermedio
    300 altitudine
    1h:06 min durata
    Escursioni
    Escursione lungo il Zaalwaal
    Silandro, Val Venosta

    Zaalwaal Passeggiata panoramica con vista sui castagneti e frutteti della Val Venosta lungo l´antico sentiero delle rogge (canale d’irrigazione).

    Difficoltà: facile
    240 altitudine
    1h:03 min durata
    Escursioni
    Escursione alla malga Stadlalm
    Racines, Vipiteno e dintorni

    L’escursione parte nel fondovalle di Ridanna e si snoda lungo un largo sentiero (segnavia 28) che costeggia i siti di estrazione della miniera. Seguendo le indicazioni per la Malga Stadlalm, si attraversa un fitto bosco e si arriva nella Valle di Lazzago. Al bivio prima del ponte si svolta a destra per arrivare alla malga.
    Variante 1: Raggiungibile anche attraverso il sentiero didattico del Museo delle Miniere.
    Variante 2: Sentiero circolare attraverso il “Hohen Nock” per una vista 360° panoramica

    Difficoltà: facile
    205 altitudine
    0h:42 min durata
    Corsa e fitness
    Giro al Monte Sole di Naturno
    Naturno, Merano e dintorni
    Un bel giro se cercate un po' di relax sulle "Wallburgböden". Si parte dal municipio di Naturno, dove si prende il sentiero lungo il fosso in direzione di Schwalbennest. Lì si segue il sentiero a sinistra, si corre in discesa per circa 100 m e per circa 1 km, quindi si prende una brusca destra al primo bivio e si segue il sentiero in costante salita per circa 200 m fino a raggiungere il Wallburgböden. Da qui si gode di una splendida vista sulla Val Venosta e su Castel Juval. Poi tornate indietro di 100 metri lungo lo stesso sentiero e girate a sinistra sul sentiero Wallburgweg e seguitelo fino a un parcheggio. Si attraversa la strada e dopo un breve tratto pianeggiante si scende per sentieri, boschi e strade asfaltate fino al punto di partenza.
    Difficoltà: intermedio
    362 altitudine
    1h:13 min durata
    Escursioni
    Escursione sul Sentiero Culturale
    Tirolo, Merano e dintorni

    Edifici intrisi di storia, bellezze culturali e natura a perdita d’occhio: il Sentiero Culturale a Tirolo invita a camminare, esplorare e stupirsi…

    Difficoltà: facile
    408 altitudine
    2h:10 min durata
    Escursioni
    Escursione sulla Via Panoramica
    Monguelfo-Tesido

    Escursione sul „Dolomiten Panoramaweg“
    Escursione panoramica con vista sulle Dolomiti

    Punto di partenza: Monguelfo ufficio turistico (1087m)
    Lunghezza: 6,5 km
    Percorso circolare
    Percorrenza:
    02:00 h
    Difficoltà: facile
    Dislivello: 180 m

    Difficoltà: facile
    216 altitudine
    1h:58 min durata
    Escursioni
    Passeggiata Forza dell’acqua
    Campo Tures, Valle Aurina

    "La forza dell’acqua" è il motto di quattro sentieri a tema che aspettano l’escursionista amante della natura e del sapere nella Valle Selva dei Molini.

    Difficoltà: intermedio
    893 altitudine
    6h:00 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale - Lappago "Bagni Kneipp"
    Selva dei Molini, Valle Aurina

    Gentili escursionisti invernali:
    Grazie alla loro posizione favorevole, al basso pericolo di valanghe e all'alta frequenza, i seguenti suggerimenti sono percorribili quasi in ogni periodo. Fate comunque attenzione dopo grosse nevicate oppure con condizioni meteo estreme. Consultate sempre il bollettino valanghe e il meteo. I sentieri non sono battuti.
    Attrezzatura consigliata: abbigliamento invernale impermeabile, scarponcini adatti al trekking in montagna, una bevanda calda, torcia, spikes o ramponi e ghette.
    Non abbandonate i sentieri. Evitate i rumori per rispetto degli animali selvatici, che d'inverno vivono in generale condizioni difficili. Le descrizioni si riferiscono all'itinerario di andata con eccezione dei percorsi ad anello. Se non siete sicuri, chiedete al vostro albergatore oppure all'Associazione Turistica.

    Difficoltà: facile
    66 altitudine
    1h:00 min durata
    Escursioni
    Escursione nelle Cascate di Stanghe
    Racines, Vipiteno e dintorni

    Adagiato nel marmo bianco, che per la sua unicità è apprezzato dagli scalpellini e qui brilla con la sua superficie di tutte le sfumature di verde, l’altrimenti pacifico rio Racines si trasforma in un turbine di acque selvagge. Attraverso ripide scale e ponti stretti si arriva nel cuore della gola, dove si apre uno scenario naturale mozzafiato. L’entrata inferiore della gola si trova presso la località Stanghe, da cui si parte per un sentiero pianeggiante fino all’ingresso vero e proprio: qui il sentiero sale poco a poco attraverso ponti e sentieri sicuri. Schiumando e gorgogliando, le acque del rio Racines si gettano in numerose cascate, si insinuano infuriando attraverso insenature tra alte pareti rocciose, che provvedono affinché i raggi del sole conferiscano una luce crepuscolare agli anfratti più profondi e impressionanti, la “chiesa”! Passando da un ponte all’altro e attraversando alcune scale si raggiunge infine l’uscita della gola. Con un po’ di tempo, calzature adeguate e una buona macchina fotografica l’escursione diventa un’avventura per tutta la famiglia.

    Difficoltà: facile
    0 altitudine
    1h:30 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale dall'Älpe die Villandro al Corno del Renon
    Villandro, Bressanone e dintorni

    Punto di partenza dell'escursione invernale sul Corno del Renon è il Rifugio Gasser. Si percorre il sentiero invernale tracciato dapprima verso la Malga Mair in Plun e da lì fino alla Sella dei Sentieri. Seguendo sempre il sentiero invernale si raggiunge il Corno del Renon. Sul sentiero si trovano alcune possibilità di sosta come la Malga Mair in Plun, il Rifugio "Oberes Horn" e il Rifugio Gasser. Si ritorna sulla via d'andata.

    Difficoltà: intermedio
    586 altitudine
    4h:46 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale: Da Moso alla Malga Klammbach
    Sesto, Regione dolomitica 3 Cime

    Descrizione dell’itinerario: da Moso in direzione Berghotel il sentiero porta in salita e svoltando a destra al primo bivio si raggiunge il  Ristorante Froneben (1.540 m). Ora si percorre il sentiero n. 139 oltre la palude alta “Obere Oltl“ fino al sentiero n. 13 (strada forestale). Questo porta attraverso fitti boschi di abeti rossi lungo la gola del Rio di Sesto. Una volta raggiunto il bivio („Saumahd“)vicino a un’alta croce, si svolta a sinistra in direzione Malga Klammbach. Lassù si può godere di una vista spettacolare eun paesaggio unico.

     Si ritorna per il sentiero n. 13, che parte direttamente dalla malga, passa per le “Sette Baracche” e arriva al Rifugio Pendio Monte Elmo. Sotto al rifugio si attraversa la pista da sci e passando per i masi Trojer (sentiero n. 3A) si torna a Moso. Consigli e indicazioni utili: Il percorso può essere svolto anche al contrario. Il ristorante Froneben merita sicuramente una sosta.

    Idillica escursione invernale sopra Moso con vista impagabile e sosta in locale tipico.

    Difficoltà: intermedio
    585 altitudine
    2h:19 min durata
    Escursioni
    Percorso circolare Tschengg e Larchweg in inverno
    Tesimo, Merano e dintorni

    Escursione facile ma ricca di viste mozzafiate sull’intero Monte di Mezzo di Tesimo.

    Attenzione: con neve il sentiero può essere ghiacciato in alcuni punti. Indossare sempre delle buone scarpe!

     

    Difficoltà: facile
    414 altitudine
    2h:49 min durata
    Escursioni
    Escursione: Val campo di Dentro- Forcella del lago (2.545 m) - Valle di Landro
    Sesto, Regione dolomitica 3 Cime

    L'escursione comincia in modo tranquillo (sentiero n. 105), passa per il frequentato Rifugio Tre Scarperi (1626m) e attraversa la Val Campo di Dentro fino alla testata di valle, dove il sentiero si ramifica. Ci si tiene sulla destra passando un fossa con bosco rado e si sale ad un secondo bivio (cartello indicatore, 1895m). Il sentiero riprende a salire ripidamente sopra l’alpe di Hangenalpel in uno scenario di rocce sempre più suggestivo. Dopo alcuni tornanti si raggiunge la Forcella del Lago (2545m) da dove si ha un bel panorama sul Picco di Vallandro e sul Monte Serla. Si prosegue sulla destra seguendo il segnavia bianco-rosso verso una cengia pronunciata (corde fisse).
    Dopo alcuni tornanti si tratta in diversi palcoscenici e medie terreno ripido tra i pini di montagna e un bosco aperto si scende in valle. La passeggiata finisce vicino il cimitero di guerra Val di Landro sulla strada principale da Cortina a Dobbiaco.

    Difficoltà: difficile
    989 altitudine
    5h:30 min durata
    Escursioni
    Escursione: Intorno alla Torre degli Scarperi
    Sesto, Regione dolomitica 3 Cime

    Sicuramente una delle più belle escursioni delle Dolomiti.
    Punto di partenza: L´ultimo parcheggio nella Val Campo di Dentro Altezza massima: 2.300

    Difficoltà: intermedio
    1412 altitudine
    5h:30 min durata
    Escursioni
    Escursione alla malga Kaser Alm (2076m)
    Valle di Casies

    La malga Kaser Alm (2076m)
    Attraverso splendidi pascoli e prati

    Punto di partenza: Val Casies/S.Maddalena fondovalle (1460m)
    Lunghezza: 10 km
    Percorso circolare
    Percorrenza:
    03:30 h
    Difficoltà: media
    Dislivello: 616 m

    Difficoltà: intermedio
    673 altitudine
    3h:30 min durata
    Escursioni
    Escursione al Rifugio Bockerhütte
    Tirolo, Merano e dintorni

    Escursione impegnativa di ben 10 km al rifugio Bockerhütte nel cuore del parco naturale Gruppo di Tessa.

    Difficoltà: intermedio
    708 altitudine
    3h:00 min durata
    Escursioni
    Escursione fino al Wölflhof
    Regione dolomitica Val d'Ega

    L´ escursione interessante per boschi e prati lungo il sentiero E5 porta al Wölflhof.

    Difficoltà: intermedio
    274 altitudine
    3h:00 min durata
    Escursioni
    Sentiero circolare al passo delle Erbe
    San Martino, Regione dolomitica Plan de Corones

    Partendo dal Passo delle Erbe, il percorso segue la strada forestale al di sotto del Monte Putia. Il sentiero è ben segnalato. (Attenzione: i pedoni sono pregati di non camminare sulla pista da fondo).

    Difficoltà: intermedio
    284 altitudine
    1h:40 min durata
    Escursioni
    Escursione invernale alla malga Moos Alm (1477m)
    Valle di Casies

    La malga Moos Alm (1477m)
    Per i veri amanti del sole

    Punto di partenza: Val Casies/S.Maddalena fondovalle (1460m)
    Lunghezza: 0,5 km
    Discesa: lungo lo stesso percorso
    Percorrenza: 00:10 h
    Difficoltà: facile
    Dislivello: 17 m

    Difficoltà: facile
    11 altitudine
    0h:12 min durata
    Escursioni
    Escursione: Sul Monte Covolo
    Sesto, Regione dolomitica 3 Cime

    Una bellissima escursione all'insegna della natura che passa delle paludi di montagna. Il Monte Covolo è habitat di molte specie protette come p.e. il gallo cedrone ed è questo il motivo, che in questa zona si rimane sui sentieri e si è silenziosi. A causa dei molti sentieri una buona cartina è utile. Soprattutto il bivio per il Lago Nero è un pó complicato. Bisogna portarsi da bere e mangiare perchè il primo ristoro è il campeggio. Descrizione del sentiero: da Moso si sale a destra fino al Gasthaus Froneben (1540 m). Ora proseguiamo sul sentiero 139 oltre la palude “Obere Ortl” fino alla segnaletica numero 13, una strada forestale. Questa ci accompagna attraverso il fitto bosco di abeti rossi e lungo la gola del fiume di Sesto. Ad una biforcazione, accanto ad un’alta croce, (1.756 m – incrocio Saumahd) giriamo a destra (poco prima c'era il bivio sulla sinistra per la malga Klammbach) ed entriamo nel bosco fitto su un largo sentiero forestale. Dopo poca strada in salita si arriva ad una gran radura, dove sulla sinistra parte il nostro sentiero nr. 132. Si arriva sul Monte Covolo (1.908 m), passando per paludi, stagni, piante ed animali rari. Una parte degli stagni deriva dalle granate della Grande Guerra, dove il Monte Covolo a causa della sua posizione strategica e dei suoi panorami, giocava un importante ruolo ed era testimone di molti combattimenti. Giungiamo sul sentiero nr. 131, che dalla Malga Nemes porta al Passo Monte Croce. Seguiamo questo ed arriviamo in cima ad una collina, dove s’incontrano diversi sentieri. Prendiamo la larga strada forestale (nr. 130 - sbarra) che porta a destra con indicazione al Lago Nero. Passiamo questo piccolo stagno in mezzo ad un'altra palude e subito dopo svoltiamo a sinistra e scendiamo su un piccolo sentiero ripido verso il campeggio. Passiamo questo rimanendo sempre sulla destra del torrente e continuiamo per Moso. Questo sentiero incontra prima del rifugio Pollaio il sentiero attorno a Sesto (nr.1), che usiamo per tornare a casa.
    Riepilogo: un bellissimo giro panoramico che ci porta in un piccolo paradiso naturalistico, dove regna il silenzio e non c'è spazio per il chiasso.

    Difficoltà: intermedio
    400 altitudine
    1h:30 min durata
    Escursioni
    Circuito invernale: Monte Rota
    Villabassa, Regione dolomitica 3 Cime

    Il circuito offre una vista meravigliosa su Dobbiaco e la Valle di Landro.
    (Attenzione: alcuni tratti potrebbero essere gelati!)

    Difficoltà: intermedio
    477 altitudine
    4h:00 min durata
    1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499