Vai ai contenuti
aggiunto ai preferiti
rimosso dai preferiti
Oops! C’è stato un problema, prova di nuovo
Il tuo account è in corso di creazione
Il tuo account è stato creato con successo e ora hai effettuato l'accesso.
Sei stato disconnesso

Belli da togliere il fiato

Sciliar, Catinaccio e Valle di Ciamin

Il Parco Naturale Sciliar-Catinaccio fa parte delle Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO ed è protagonista di innumerevoli leggende.

Vette infuocate e romantiche vallate

Conosciuto come uno dei simboli dell’Alto Adige, lo Sciliar ha tanti volti diversi. Dalla conca bolzanina, mostra il suo profilo più famoso: una massiccia dorsale, il Monte Pez e due guglie rocciose, la Punta Santner e la Punta Euringer. La caratteristica forma dello Sciliar si deve alla particolare composizione geologica del massiccio: la dolomia dello Sciliar plasma la struttura delle Dolomiti occidentali. 

Se ti capita di vedere le cime del Catinaccio tingersi di rosa e viola al tramonto, non potrai fare altro che abbandonarti alla più totale ammirazione. Dinnanzi a questo spettacolo chiamato enrosadira, sembra plausibile la leggenda secondo la quale Laurino, re dei nani, lanciò una maledizione sul suo amato giardino delle rose, per impedire a chiunque di poter contemplare i suoi fiori, che fosse di giorno o di notte. Nonostante questo, il Catinaccio continua a colorarsi. 

Romantica e selvaggia è anche la Valle di Ciamin, dove gli escursionisti possono placare la propria sete bevendo l’acqua limpidissima della sorgente "Schwarze Lettn". Anche una parte dell’altopiano più grande d’Europa, l’Alpe di Siusi, e la sua flora incredibilmente variegata fanno parte del parco naturale.

Alla scoperta di flora e fauna

Il parco naturale più antico dell’Alto Adige è nato nel 1974 e si estende su una superficie di 7.300 ettari, abbracciando un suggestivo habitat di straordinaria bellezza paesaggistica. I suoi sentieri ben segnalati faranno la tua gioia, che tu scelga di percorrerli a piedi o in bici.

Purtroppo non siamo riusciti a trovare alcun risultato
Purtroppo non siamo riusciti a trovare alcun risultato
Purtroppo non siamo riusciti a trovare alcun risultato

Il Lago di Fiè

Il biotopo del Lago di Fiè si trova a 1.306 metri di altitudine. La metà di questo specchio d’acqua è balneabile e offre tanto refrigerio nelle calde gionate estive. Qui trovi anche un punto informativo del Centro Visite del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio.

Una giovane donna siede su una staccionata di legno vicino a un idilliaco lago di foresta in montagna.

Incantevoli Dolomiti

Una cornice senza eguali. Ai piedi del Catinaccio e dello Sciliar, tra vette dolomitiche inondate di colori, sono soprattutto le escursioni guidate a tema a riscuotere successo. In tutte le stagioni.

Purtroppo non siamo riusciti a trovare alcun risultato

Caccia al tesoro sulle Dolomiti

Profonde conche si alternano a guglie frastagliate di roccia bianca. Travolgenti eruzioni vulcaniche in tempi remotissimi e milioni di storia geologica hanno trasformato il parco naturale nel favoloso paradiso escursionistico che conosciamo oggi. 

Sentiero dei Tronchi: Dal Laghetto di Fiè fino allo Sciliar (Rifugio Bolzano)

Sentiero dei Tronchi: Dal Laghetto di Fiè fino allo Sciliar (Rifugio Bolzano)

Tra boschi e acqua: gli animali del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio

Un viaggio d’esplorazione per tutta la famiglia, durante il quale costruiremo insieme un hotel per insetti e scopriremo quanto siano utili questi piccoli amici. Alla guida di persone esperte, aspetteremo gli animali notturni sulle sponde del Lago di Fiè. Insieme a un ranger, seguiremo le orme degli animali del parco.  Alla fine, gli investigatori più partecipi che avranno completato le tre giornate tematiche riceveranno la medaglia "Dolomiti Ranger".

Un ritrovamento speciale

Nel ​1919, ai piedi dello Sciliar, fu rinvenuta una spada a otto lame meravigliosamente preservata, risalente all’età del bronzo . Se vuoi ammirarla, non perderti il Museo Civico di Bolzano.

Altri consigli per gli amanti della natura

Ti emozioni di fronte alla natura alpina? Allora esplora i dintorni del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio e il mondo magico delle Dolomiti.