Buschenschänke & Hofschänke in Alto Adige

Buschenschänke e Hofschänke: due nomi difficili da pronunciare che vantano una lunga tradizione in Alto Adige. Ma cosa sono esattamente? La loro storia nasce nel Medioevo, quando i principi concedevano ai contadini di conservare per sé una parte del vino prodotto dopo la vendemmia, e di offrirlo anche ai viandanti occasionali: il simbolo di queste osterie "temporanee" era una frasca verde, chiamata "Buschen" in tedesco, che veniva appesa all’ingresso del maso. Chi attraversava la regione e vedeva la frasca poteva fermarsi e chiedere ristoro, ordinando il vino della casa e qualche piatto della cucina. La tradizione si è mantenuta viva sino ai nostri giorni, e oggi queste osterie contadine offrono piatti tipici di produzione propria: gli Schlutzkrapfen con spinaci e ricotta, i canederli, la classica "merenda" altoatesina con speck, pane e formaggio. La differenza tra Buschenschänke e Hofschänke è che i primi sorgono in zone vitivinicole e possono vendere e produrre il proprio vino, mentre i secondi non hanno vino di propria produzione. Un tempo aperti solo in autunno, nel periodo del Törggelen, per la degustazione del vino novello, oggi accolgono i turisti tutto l'anno. Scoprite i migliori indirizzi per degustare le tipiche specialità altoatesine.