% extra alt % % extra alt % % extra alt %

marzo 2016

Condividi questa pagina

Articolo Articolo Video Video Immagini Immagini Fact Fact
Articolo Articolo Video Video Immagini Immagini Fact Fact

Buon respiro

Meno è meglio, anche nella respirazione. Andreas Boniatti e Stefan Maria Braito ci aiutano a vivere meglio, respirando meglio.

Dovrebbero insegnarcelo fin da piccoli, a respirare bene. É una cosa troppo importante. E bastano solo 15 minuti al giorno di esercizio per cambiare vita. Dopo 21 giorni, il nostro cervello capirà tutto. Respirare in modo corretto diventerà un automatismo. Possiamo prendere maggiore consapevolezza del nostro respiro con Stefan Maria Braito (nel video) e Andreas Boniatti (nel testo).  

Lo percepisco subito, Andreas Boniatti, “istruttore di benessere” al Vitalpina Hotel Cyprianerhof di Tires, ai piedi del Catinaccio, è una persona tranquilla. Me la trasmette a pieno la sua pace. Sarà perché lui, ormai da tempo, ha capito come respirare nel modo corretto? Mi sembra che il suo corpo non conosca ansia, tensioni, stress… scoprirò il suo segreto?

Nessun segreto mi rassicura con un sorriso. 

È tutto molto semplice. Basta sapere come farlo, come respirare. Bene, sono tutta orecchi! Vuoi mica che imparo finalmente a fare una passeggiata senza avere il fiatone e ad evitare che tutta la tensione della giornata mi si accumuli sulle spalle…

suedtirol altoadige atmen respiro 7

discover

Andreas Boniatti ha capito da tempo come respirare nel modo corretto e come sentirsi bene. Me lo spiega attentamente. Per lui è importante trasferire alle persone tutto ciò che sa sulla respirazione.

#1

Perché è così importante imparare a respirare nel modo corretto?

Andreas Boniatti. Spesso dimentichiamo di dare la giusta attenzione al respiro. La frenesia della vita moderna ci ha addirittura portati, nel tempo, a modificate la nostra frequenza respiratoria. La maggior parte della gente presenta una lieve iperventilazione. Inutile. Anzi, dannosa. Basterebbe diminuire di 1 respiro al minuto la frequenza respiratoria per sentirsi già molto meglio.

suedtirol altoadige atmen respiro 1

discover

Andreas Boniatti ha conosciuto 6 anni fa il programma “Vitalpina Respira”. Da allora ha deciso di farne parte attivamente. Aiuta gli ospiti a ritrovare equilibrio e benessere con esercizi mirati sulla respirazione, escursioni e passeggiate.

Utilizza sempre il naso, sia per inspirare che per espirare. Anche quando pratichi sport. L'aria che entra nei polmoni così è sempre filtrata, riscaldata ed umidificata. Espirando con il naso, eviti la dispersione di vapore acqueo, prezioso per l’idratazione e la funzionalità respiratoria e cellulare. Andreas Boniatti

suedtirol altoadige atmen respiro 4

discover

Andreas mi spiega come funziona la respirazione. Mi sorprende sapere che se i polmoni fossero distesi, coprirebbero la superficie di un campo da tennis.

#2

I benefici?

Moltissimi. Innanzitutto ci si sente più sereni, rilassati e in forma. Respirare correttamente aiuta ad affrontare la giornata con energia e a riposare bene di notte. Permette di affrontare uno sforzo fisico senza soccombere al fiatone dopo pochi minuti e aiuta nella gestione di asma e allergia. 

suedtirol altoadige atmen respiro 17

discover

Per respirare in modo corretto bisogna attivare il diaframma. L’aria deve gonfiare la pancia, non il torace.

La respirazione in numeri

Respiri al minuto

15-16

Respiri al giorno

17.000

Aria ad ogni respiro a riposo

0,5 litri

Aria ad ogni respiro durante attività fisica

3 litri

Anidride carbonica espulsa al giorno

400 litri

#3

Senza dubbio ha una forte influenza. Godersi una passeggiata tra i boschi dell’Alto Adige, porta ovviamente benefici maggiori al corpo rispetto ad una camminata lungo una strada trafficata. E se la stessa passeggiata la si fa avendo consapevolezza sulla respirazione, il nostro corpo sarà in grado di “respirare” la natura con tutti i sensi. Quando si respira correttamente, si apprezza la qualità dell’aria. 

I vantaggi di una corretta respirazione 

# Riduce la frequenza cardiaca
# Abbassa la pressione
# Ha un effetto calmante
# Migliora le funzionalità digestive e il sonno
# Aumenta la vitalità del sistema nervoso
# Elimina l’ansia e lo stress
# Favorisce la calma, il rilassamento e la chiarezza mentale

Qualche curiosità sulla respirazione...

# L’aria che immettiamo con un respiro è composta per il 21% da ossigeno. Tra un respiro e il successivo passano circa 4 secondi. Questo è il tempo che il corpo ha per assimilare ossigeno, solitamente solo il 3% di quello disponibile.
# Quando starnutiamo l’aria esce dal nostro corpo ad una velocità di 160 km orari.
# Noi umani siamo gli unici mammiferi incapaci di respirare e deglutire contemporaneamente.
# Respiriamo circa 23 volte più aria di quanto cibo mangiamo, e circa 8 volte di più di quanta acqua beviamo.  
# I polmoni hanno all’incirca la dimensione di due palloni da calcio, ma se fossero tirati e distesi, la loro superficie complessiva sarebbe quasi quella di un campo da tennis.

Andreas Boniatti ci insegna a respirare correttamente

Respira con il diaframma e non con il torace
Trova una posizione comoda, in piedi o seduto. Metti una mano sull’addome, sopra l’ombelico, e l’altra sul torace. Inizia a respirare. Quando inspiri l’addome si deve gonfiare, quando espiri, si deve svuotare. Stai usando bene il diaframma, il muscolo più importante per la respirazione. L’esercizio è riuscito quando si muove solo la mano poggiata sull’addome, mentre quella sul torace rimane ferma. 
 

Esperienze di respiro

● Prendere fiato all’alba, a Naturno ● Il programma “Vitalpina Respira” di alcuni hotel in Alto Adige ti insegna speciali tecniche ed esercizi di respirazione durante escursioni e passeggiate. Fai un bel respiro e poi iscriviti!

Andreas Boniatti ci insegna a rallentare il respiro

La sequenza (3 minuti di esercizio, 2 minuti di pausa), va ripetuta 3 volte. Giorno dopo giorno questo esercizio ridurrà la frequenza respiratoria quotidiana e abbasserà il rischio di iperventilazione

Testo: Valentina Casale
Foto: Ivo Corrà
Video: Veronika Kaserer 

smg00130altr

discover In montagna senza il fiato corto

Una corretta respirazione può aiutare ad evitare l’affanno dopo pochi metri di camminata. La maggior parte delle persone inizia a muoversi e dopo poco si accorge di avere il fiatone. Questo accade perché i muscoli stanno già facendo fatica e il respiro deve “corrergli” dietro. Se ci si concentra invece sulla respirazione e non sulle gambe, iniziando il cammino, saranno i muscoli ad adattarsi al ritmo del respiro.

Non arrivare all’affanno

#Chiudi gli occhi e permetti a tutti i tuoi sensi di accogliere la natura. Ascolta i suoi rumori, respira i suoi profumi.

# Fai un paio di respiri profondi con il naso. Espirando, butta fuori tutta l’aria. La concentrazione è tutta rivolta al respiro.

# Inizia a camminare, mantenendo l’attenzione sulla respirazione, calma, profonda e regolare.

#In pochi minuti, le gambe seguiranno il ritmo del respiro e non viceversa

Vitalpina Respira

In Alto Adige c’è chi dà molta attenzione al respiro. Un esempio sono gli alberghi del gruppo Vitalpina Hotels Südtirol. Offrono il “Vitalpina Respira”, un percorso benessere che si articola in esercizi mirati durante le camminate, escursioni e passeggiate, massaggi respiratori ritmati e la stimolazione dei punti in cui si accumulano le tensioni.

Grazie a personal trainer appositamente istruiti, il programma aiuta a ritrovare il proprio equilibrio e un’intensa vitalità, a rilassarsi ma anche a riattivare il senso per profumi, spezie, erbe e oli essenziali. L’obiettivo è anche quello di proseguire con gli esercizi una volta tornati a casa e di avere dei benefici che perdurano nel tempo e che danno energia per la quotidianità.