novembre 2015

% extra alt % % extra alt % % extra alt %

Condividi questa pagina

Articolo Articolo Immagini Immagini
Articolo Articolo Immagini Immagini

Coworking made in Alto Adige

Una giornata con i fondatori dello spazio Vitamin, per capire l’importanza della condivisione nel lavoro.

Che le dinamiche del lavoro siano cambiate è un dato oggettivo. Che pure il modo di lavorare si sia modificato non è così scontato da capire. Se poi però ti ritrovi un giorno a passare per Laives, a quindici minuti dal centro di Bolzano e di fermarti di fronte ad uno spazio chiamato Vitamin, non rimane che entrare, perché qui il futuro di come si possa lavorare insieme è già presente.A fare gli onori di casa sono Daniel Kaneider e Robert Larcher, due dei tre fondatori di Vitamin. Parlo di casa perché comunque l’atmosfera che si respira all’interno di questo spazio di coworking è piuttosto familiare ed informale. A proposito, è proprio coworking la corretta dicitura di un ambiente come Vitamin e proprio di coworking con Daniel e Robert mi metto a chiacchierare.

#1

Fare circolare le idee

Con loro cerco di capire in cosa consiste questo stile lavorativo, perché proprio di stile si tratta. Passeggio all’interno di Vitamin. Mi soffermo ad osservare aree definite, ma nello stesso tempo prive di limitanti confini. C’è un’immediata apertura che si può cogliere in un ambiente come questo. Un’apertura fisica, data dalla mancanza di mura. Ma soprattutto un’apertura mentale, data dalla libertà di pensiero che circola in un luogo come questo. Professionisti diversi che si ritrovano a lavorare in completa autonomia, ma nello stesso tempo sollecitati da un continuo confronto. Realtà imprenditoriali differenti che si trovano a condividere non solo uno stesso spazio, ma a beneficiare di un’energia comune che va sotto il nome di condivisione. È un po’ come mettere in circolo il talento. Chi può poi impedirne la sua naturale contaminazione?

altoadige coworking vitamin 5

discover

Le idee in Vitamin sono in continuo movimento come le persone che ci lavorano all’interno di questo spazio di coworking.

“Il nostro coworking è un mondo dove tanti individui, tante idee s’incontrano, si crea uno stile non solo di lavorare insieme, ma anche di vivere insieme… qui un giovane che ha un’idea imprenditoriale può trovare lo spazio che gli serve, il giusto network, trova la gente aperta all’aiuto comune e trova la possibilità di lavorare in un modo diverso, più speciale, più aperto che difficilmente può trovare fuori” mi dice Daniel con l’entusiasmo di chi sa di avere intrapreso una strada dove è vietato toccare il freno a mano. Ed è proprio sullo scambio e l’aiuto che Robert aggiunge: “È indubbio che c’è un vantaggio economico stare in uno spazio come questo, ma non è questo l’elemento fondamentale, qui in Vitamin un giovane che ha un’idea imprenditoriale può trovare l’aiuto, il sostegno da altri che hanno già fatto quell’esperienza in più… che ti permette di crescere velocemente”.

Una crescita di cui Daniel e Robert sono testimoni, visto che anche la loro start-up WAMS?!, che si occupa dell’ideazione e commercializzazione di originali calzini, dopo essere partita dalla cantina di casa di Robert nel poco tempo di gestazione in Vitamin ha subito un’accelerazione non indifferente.

altoadige coworking vitamin 10

discover

Disegni di collezione di WAMS?! la start-up fondata dagli stessi Daniel Kaneider e a destra Robert Larcher, presente in Vitamin.
altoadige coworking vitamin 3

discover

Daniel Kaneider, con l’entusiasmo di chi sa di avere intrapreso una strada dove è vietato toccare il freno a mano.

#2

L’esperienza di un protagonista

Ma proprio continuando la visita in Vitamin, incontriamo un’altra realtà partita proprio tra queste mura e che ora si sta affermando nell’ambito della moda con una forte componente di innovazione green. Il brand si chiama Re-Bello, ma forse più correttamente si dovrebbe parlare di nuova filosofia d’approccio al fashion. Visto che comfort, salute e qualità sono i paradigmi sui quali è fondata. È Daniel Tocca, fondatore di Re-Bello a darmi la sua definizione di coworking: “È uno spazio dove diverse aziende stanno fisicamente e dove possono condividere le proprie esperienze, il proprio know-how oltre che le competenze delle varie persone ed esperti che transitano per questo spazio… inoltre ci si può organizzare eventi, perché il coworking space è adatto per attirare il pubblico che magari da soli non si avrebbe la forza di fare, invece insieme si ha la possibilità di attirare gente, consumatori e farsi conoscere un po’ meglio”.

Più sento parlare i protagonisti di questo spazio, più mi accorgo che le loro parole assumono un significato tangibile nelle dinamiche che si possono percepire all’interno di Vitamin. Mi guardo attorno e vedo che quelle parole prendono la forma di progetti appuntanti su fogli, idee in prototipazione e pensieri che hanno varcato la soglia del sogno, pronti per essere tradotti in business d’impresa.

#3

La mappa di Vitamin

Prima di andarmene mi soffermo su una mappa che rappresenta l’identità di Vitamin. In questa immagine ben stampata sul muro, ritrovo tutto ciò che Daniel e Robert mi hanno raccontato durante questa mattinata. C’è la strutturazione di Vitamin. Vitamin come spazio fisico, come ufficio, come luogo di crescita, ma pure come tappa temporanea di globetrotter dell’innovazione. Vitamin come networking, per interagire, per confrontarsi, per affinare idee prima della loro realizzazione. Vitamin come eventi, per workshop, presentazioni, incontri.

altoadige coworking vitamin 12

discover

Ecco la mappa per capire cosa succede in Vitamin.

Poi mi dirigo verso l’uscita. Un ultimo sguardo verso quell’edificio e un pensiero. Se è vero che qualcosa sta cambiando nel modo di intendere il lavoro, oggi l’ho toccato con mano. Il coworking non è (solo) uno spazio fisico. Il coworking sono, più spazi mentali condivisi. E dalla condivisione non possono che nascere grandi cose.

Testo: Andrea Bettini
Foto: Ivo Corrà

altoadige coworking vitamin 11

discover Lavori in corso

“Tracce” di Re-Bello, un’altra delle start-up presenti in Vitamin.
altoadige suedtirol tamaralunger 9

discover L'autore. Andrea Bettini.

L'autore

Io sono uno storyteller, un ghostwriter, un sognatore, il mecenate d’anime. Sostanzialmente vivo di storie. Sono co-founder di Strategike. Scrivo per Corriere Innovazione, CheFuturo! e nòva Il Sole 24 Ore.
www.andreabettini.me