Dolomiti Patrimonio mondiale UNESCO

Rocce grigie, quasi bianche, che al tramonto si tingono delle tonalità del rosa e del rosso, che col passare delle stagioni virano al giallo e all’arancione e che in alcune giornate sono ombreggiate di blu. Sembra che per dipingere le Dolomiti sia stata usata una tavolozza di colori, e davvero molto varia. E lo stacco col verde dei boschi, ai loro piedi, e l’azzurro del cielo fa sì che le loro guglie appuntite contrastino ancor di più, quasi a voler andare incontro a chi le ammira. La loro storia inizia 280 milioni di anni fa, quando i Monti pallidi erano una vasta pianura che, sprofondando, si trasformò in un mare tropicale con atolli e vulcani. Sono stati i movimenti sotterranei delle placche che le hanno fatte emergere, lasciando però in esse tracce indelebili del loro passato: i fossili. Oggi le Dolomiti sono Patrimonio naturale UNESCO, un bene complesso costituito di 9 sistemi montuosi a cavallo tra cinque province che hanno l'onore e il compito di prendersene cura: Bolzano, Trento, Belluno, Pordenone e Udine. Sono ben 4 quelli che si trovano sul territorio altoatesino.
Condividete questa pagina
Iscriviti alla newsletter
Logout
Registrati adesso e inizia a usare Trip Planner

Creando un account, accetti la nostra Informativa sulla Privacy.