dicembre 2015

% extra alt % % extra alt % % extra alt %

Condividi questa pagina

Articolo Articolo Immagini Immagini
Articolo Articolo Immagini Immagini

Là dove osano i sognatori

Florian Rabanser, il maestro distillatore che ha creato il rhum e il gin delle dolomiti.

Questa è una di quelle storie in cui ti aspetteresti di trovarti in qualche isola dei Caraibi, all’interno di qualche locanda dove il caldo umido fa rendere il tuo respiro appiccicoso mentre le parole sussurrate da qualche avventore riportano in vita gesta di avventurieri di mari lontani. Se proprio dovessimo cambiare contesto, la fantasia ci porterebbe tra i Paesi Bassi e l’Inghilterra del ‘700, dove leggende si mescolano alla storia e battaglie tra impavidi soldati si consumano sul campo. Invece no. Siamo a mille metri sul mare, di fronte al massiccio dolomitico dello Sciliar e in un maso del 1400 ad accoglierci c’è una persona che nulla ha a che vedere con pirati o eserciti, se non fosse nello spirito di coraggio, che lui ha fatto suo, permettendogli di inseguire una passione e di sperimentare continue nuove frontiere.

Il suo nome è Florian Rabanser e se quassù nelle Dolomiti si realizzano straordinari distillati, rhum e gin, il merito è tutto suo.

idm alto adige zu plum 2

discover

La diversità nel colore oltre che nel profumo del rhum distillato nelle Dolomiti.

Il Gin delle Dolomiti

È distillato solo con erbe e ingredienti locali. Per riuscire nell’impresa Florian ha analizzato le erbe solitamente utilizzate per la produzione di gin e le ha sostituite con piante che crescono sulle Dolomiti. Unica eccezione: l'immancabile scorza di limone, che proviene dal Lago di Garda.

#1

Una meridiana e l’ora del cambiamento

Iniziamo a chiacchierare all’esterno del maso, mentre i raggi del sole scandiscano l’ora attraverso la meridiana ben posizionata sulla facciata laterale destra. Faccio ancora fatica ad immaginare che qui possa esserci una distilleria. Ma alla fantasia viene in aiuto la realtà. Appena varco l’entrata di questo luogo che ha qualcosa di magico, nell’aria aromi di frutta si mescolano a quelli di genziana e ginepro, mentre sulle pareti sono appesi attestati internazionali di premi e riconoscimenti per i prodotti realizzati. Tangibile riscontro di una professionalità in continua evoluzione.

idm alto adige zu plum 29

discover

Florian Rabanser racconta la sua storia ad Andrea Bettini.

“Già da ragazzo mi piaceva sperimentare con amici cosa si potesse ottenere dalla giusta alchimia tra alcool, erbe e frutta”, racconta Florian tornando con la memoria ad un passato nemmeno così poi tanto lontano. Ma le passioni non posso sparire. Tutta al più, si possono nascondere quasi per timidezza, mentre ci si dirige verso altre direzioni. Ma al momento buono riaffiorano, pronte a fornire quella spinta che va sotto il nome di cambiamento. Se a questo aggiungiamo uno spirito proiettato alla sfida e a far sì che sperimentazione non sia solo un pensiero, bensì anche applicazione, è così che Florian, il maestro distillatore Florian Rabanser, fonda una decina d’anni fa la distilleria Zu Plun.

#2

La formula magica

Creatività, passione ed applicazione. Questi sono gli ingredienti sempre presenti in ogni distillato di Florian e di questo territorio. L’amore che mette nel suo lavoro abbinato ad una visione imprenditoriale fa presto a produrre ottimi risultati. Girando tra le botti di rovere della distilleria si nota subito l’assortimento di distillati di frutta, grappe invecchiate e acquaviti diverse. Ma è quando mi allunga un piccolo bicchiere di rhum che capisco dove la fantasia di Florian riesca a spingersi. Una fantasia in grado di produrre un prodotto di altissima qualità.

idm alto adige zu plum 53

discover

Florian Rabanser racconta la sua storia ad Andrea Bettini.

Giriamo un altro po’ per la distilleria, fino ad arrivare ad una serie di bottiglie con l’insegna Dolomiti Dolgin. Ancora una volta l’incredulità di essere in una regione alpina sparisce all’assaggio di questo gin. “In questo gin si trovano ventiquattro erbe…” e dopo una breve pausa aggiunge Florian: “… è un distillato fatto solo con erbe e ingredienti che crescono nelle Dolomiti”. Ecco che la diversità, diventa un valore aggiunto, un elemento di unicità, che caratterizza un prodotto che sta dando molte soddisfazioni al maestro distillatore Rabanser.

idm alto adige zu plum 10

discover

Due anni di lavoro, prima di arrivare al DolGin, il primo gin della regione Alto Adige, distillato solo con erbe e ingredienti delle Dolomiti. © Alex Filz

#3

Sperimentare per rinnovarsi

Facciamo un’ultima camminata per la distilleria. Passo dopo passo ci lasciamo i vari distillati alle spalle, mentre io faccio per un’ultima volta un respiro profondo, così per catturare tutti gli aromi di questa straordinaria distilleria. Poi usciamo. Il sole è allo zenith e la meridiana conferma l’ora. Il massiccio dolomitico dello Sciliar è sempre lì a dominare, mentre Florian guarda prima il suo maso e poi la vallata sulla via per l’Alpe di Siusi. S’intravede in lui la soddisfazione per quello che finora ha fatto, ma nello stesso tempo la voglia di sperimentare ancora.

Prima di andarmene, una stretta di mano sigilla il nostro incontro. È un gesto spontaneo, ma che racchiude in sé il senso di questa giornata. Lealtà, determinazione, visione e voglia di fare. Lealtà nei confronti di sé stessi e degli altri, in un cammino dove i valori non vengono mai persi di vista. Determinazione nel raggiungere obiettivi che magari ad altri sembrano irraggiungibili. Visione nell’andare oltre a ciò che si è sempre fatto per intraprendere strade diverse con lo scopo di rinnovarsi. Infine fare. Perché le cose non accadono da sole. Occorre agire per mettere in produzione la macchina dei sogni.
Arrivederci Florian.

idm alto adige zu plum 21

discover

La regalità delle bottiglie di distillati Zu Plun.
altoadige suedtirol tamaralunger 9

discover

L'autore. Andrea Bettini.

L'autore

Io sono uno storyteller, un ghostwriter, un sognatore, il mecenate d’anime. Sostanzialmente vivo di storie. Sono co-founder di Strategike. Scrivo per Corriere Innovazione, CheFuturo! e nòva Il Sole 24 Ore.
www.andreabettini.me