febbraio 2017

% extra alt % % extra alt % % extra alt %

Condividi questa pagina

Articolo Articolo Immagini Immagini
Articolo Articolo Immagini Immagini

Il design? Risolve i problemi

Il frigo colorato Smeg, le scarpe Geox, la macchina da caffè Illy, lo scarpone da sci Garmont... infiniti “wow” firmati MM Design.

“Ma lo hai disegnato tu?” questa è la frase che ripetutamente pronunciano le mie labbra. I miei occhi si muovono nello spazio curiosi e ammaliati. Sono al Museo Civico di Chiusa, un luogo insolito per incontrare un designer. Ma lui non è un designer qualunque. È il designer che ha firmato molti oggetti che quotidianamente uso in casa. È Alex Terzariol, direttore creativo di MM Design, studio bolzanino di design industriale.

home

discover Il designer Alex Terzariol.

Alex Terzariol. Uno dei suoi primi lavori fu il disegno della indimenticabile cabina telefonica a scheda, quella squadrata arancione, quando lavorava nello Studio di Rodolfo Bonetto a Milano.

Abbiamo deciso di incontrarci qui e non nel suo ufficio perché è proprio percorrendo questa mostra che ho la possibilità di conoscere meglio lui e il suo lavoro e di toccare con mano alcuni dei suoi progetti più apprezzati sul mercato. So che ha firmato il disegno del frigorifero della Smeg, ma sono sicura che oggi non mancheranno altre belle sorprese.

Un paio di anni fa incontrai per la prima volta Alex Terzariol nel suo studio, nel centro storico di Bolzano. Uno spazio pieno di vita, idee, progetti belli e funzionali. Un ufficio in cui i moderni Mac sono affiancati da un’ordinata officina da lavoro, piena di attrezzi. “Per capire se una cosa funziona davvero, la devi toccare con mano, non basta un disegno” mi spiegò al tempo Alex. Da quel primo incontro, spesso la cronaca mi ricorda il suo nome, quando conquista il pubblico con un nuovo progetto o viene insignito di un nuovo prestigioso premio internazionale di design. 

suedtirol altoadige mmdesign 1

discover Officina di MM Design

Lo studio bolzanino MM Design, nato in Alto Adige nel 1991, ha al suo interno anche un'officina.

MM Design

Lo studio di design è nato in Alto Adige 25 anni fa. Dopo gli studi e le prime esperienze professionali a Milano, Alex Terzariol ha deciso di tornare in Alto Adige, la sua terra. La forza dello studio di design è il team, un gruppo di persone affiatate e con le più diverse specializzazioni. Proprio per questo Alex Terzariol non firma i suoi lavori con il suo nome, ma con quello dello studio. MM Design articola la sua attività in diversi settori: design industriale, trasporti, casa e cucina, sport, medicina e nel 2013 ha aperto una filiale in Brasile dedicata tra l’altro anche al settore medicale.
MM Design ha ricevuto la menzione speciale del presidente della Repubblica come impresa proiettata all'innovazione e ha vinto un Compasso d’Oro.

suedtirol altoadige mmdesign 16

discover Il team MM Design

Lavorare in team, la vera forza di MM Design.

#1

Traguardo 30 anni 

Trent’anni di carriera e di creazioni oggi sono esposte qui, al Museo Civico di Chiusa. Alex ha voluto celebrare questo traguardo con una mostra: “La realtà di un sogno”. Un titolo che mi palesa un’idea: il design è sempre stato il suo sogno. “Mi sono sempre sentito creativo – mi racconta Alex mentre mi mostra un ripiano pieno di piccoli block notes che hanno catturato nel tempo ogni suo estro creativo. – La sfida è stata quella di capire se lo ero veramente, un creativo”. Quel che è certo, è che il suo sogno l’ha coltivato con pazienza e dedizione e mi sento di dire che lo ha davvero realizzato. Credo ci sia riuscito soprattutto grazie alla grande curiosità che lo contraddistingue. Alex è uno che vuole saperne di più, che va dentro le cose. 

suedtirol altoadige mmdesign 4

discover Schizzi e idee creative

Già da giovanissimo Alex aveva sempre in tasca un quadernetto per raccogliere le idee per fissare qualsiasi cosa gli passasse per la mente.

#2

Sostanza e non solo estetica

Nelle stanze che sto visitando vedo oggetti di ambiti molto diversi tra loro. Non me ne intendo un granché, ma riconosco immediatamente un filo conduttore: i progetti di Alex sono colti, si prendono cura di molti aspetti. Sono belli, ma vanno ben oltre l’estetica. Vedo un poggiatesta per la vasca da bagno, una maniglia, attrezzatura chirurgica ad elevate prestazioni, un aspirapolvere, dei bastoncini da sci…

E poi vedo lei. Le mie labbra pronunciano l’ennesimo “Ma lo hai disegnato tu?”. Mi avvicino alla macchina da caffè Illy. Pazzesco, la macchinetta che mi da l’energia per iniziare la giornata ogni mattina è nata qui, dalle idee e dalle mani di Alex Terzariol! “Vedi, ha una forma innovativa – mi spiega il designer mentre apre con sicurezza i diversi scomparti della macchinetta –. Spesso, per poter innovare, è necessario cambiare i paradigmi interni. Se non avessimo studiato una nuova forma, non sarebbe nato un oggetto innovativo”. E per farlo Alex e il suo team hanno dovuto studiare con minuzia ogni componente interno della macchia. La sostanza si è dimostrata più importante dell’estetica.  

Alex sorride al mio entusiasmo. E mi confida un segreto. Il caffè è sempre stata la sua passione. Prende tra le mani un oggetto che in un primo momento non riconosco. Poi avvicina un bicchierino di plastica e mi è tutto chiaro. Ho davanti agli occhi il prototipo di una macchina da caffè portatile! 

suedtirol altoadige mmdesign 7

discover Macchina da caffè portatile

Macchina da caffè portatile.

Purtroppo non ha riscosso il successo sperato. Il “kit di sopravvivenza” per gli amanti dell’oro nero non è piaciuto al mercato. Troppo pionieristica forse. Con un sorriso Alex mi assicura però che preparava un ottimo caffè! 

Il Premio Compasso d'Oro 

Istituito nel 1954, è il più antico ma soprattutto il più autorevole premio di design industriale a livello mondiale. Viene assegnato ogni tre anni dall'Associazione Disegno Industriale con l'obiettivo di premiare e valorizzare la qualità del design italiano. Tra i quasi trecento progetti premiati fino ad oggi spiccano oggetti che hanno cambiato l’Italia, come la prima macchina da cucire superautomatica e la prima Fiat 500. 

#3

Visione del futuro

Cos’è il design? “Qualcosa di bello” avrei risposto senza esitazione fino a qualche ora fa. Ma ora non ne sono più molto convinta. “Design è proiettare in avanti un’idea, è innovazione, tecnologica e culturale. È capire se un oggetto esistente può essere migliorato e come può diventare più funzionale” mi spiega l’esperto, che tra l'altro dal 2014 è ambasciatore del design italiano nel mondo. Insomma, per Alex Terzariol il design spesso è risolvere problemi.

Porgo ad Alex un’ultima domanda: “Ma cosa ti rende più orgoglioso?” “Il vero successo per me è ricevere l’apprezzamento delle persone che utilizzano ciò che ho realizzato”.

Saluto Alex Terzariol arricchita di una nuova consapevolezza su una materia che conoscevo assai poco. Penserò a tutto quello che ho imparato oggi ogni mattina, mentre sorseggerò il mio caffè. E non potrò fare a meno di scrutare scarponi e bastoncini degli altri sciatori la prossima  volta che sarò sulle piste.

Testo: Valentina Casale
Foto: Ivo Corrà