L'artigianato contadino in Alto Adige

Per secoli, nei masi delle valli, lontani dal turismo di massa, i contadini hanno vissuto del solo lavoro della terra e tutto quanto serviva alla famiglia veniva prodotto in maniera artigianale: nelle lunghe sere invernali, nella "stube", le donne tessevano tele che poi ricamavano e intrecciavano ceste da vendere al mercato, mentre gli uomini intagliavano il legno o lavoravano il metallo per creare le fibbie per l'abito delle feste; così è nato l’artigianato artistico in Alto Adige, spesso anche ulteriore fonte di sostentamento per quelle famiglie certo non agiate, e oggi forma d'arte apprezzata da tutti, come i tomboli della Valle Aurina o le sculture in legno degli artisti gardenesi.